long_banner5.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

2018 anno europeo del patrimonio culturale

Il 2018, dichiarato Anno europeo del patrimonio culturale, sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale.
L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.
Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono:
- promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale
- evidenziare il contributo economico offerto dal patrimonio culturale ai settori culturale e creativo, compreso per le piccole e medie imprese, e allo sviluppo locale e regionale
- sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell'UE, inclusa la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione postbellica e la ricostruzione del patrimonio culturale distrutto
L'Anno europeo potrà contare su una dotazione finanziaria dedicata pari a 8 milioni di EUR, 4 saranno erogati dal programma Europa Creativa e gli altri 4 da altri programmi UE quali Erasmus Plus, Horizon 2020 ed Europa dei Cittadini che parteciperanno con bandi dedicati.
Gli Stati membri nomineranno dei coordinatori nazionali per promuovere le iniziative dirette nel proprio paese e raccordarsi con quelle “bandiera” promosse dalla Commissione. Rappresentanti del Parlamento europeo potranno partecipare in qualità di osservatori alle riunioni dei coordinatori nazionali organizzate dalla Commissione per lo svolgimento dell'Anno europeo.
Il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale sarà presentato al Forum della Cultura in programma a dicembre 2017 a Milano.
La Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, il 20 maggio scorso. (G. Nitti)

Testo cliccando qui

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

Luci del Nord a Roma Stampa E-mail
di Gianfranco Nitti   

Image

Il Festival del cinema nordico quest’anno è abbinato alla prima edizione romana del BE NORDIC

Con gli interventi dei rappresentanti diplomatici, Ambasciatore di Finlandia Janne Taalas, Ambasciatore di Norvegia Bjørn T. Grydeland, Ambasciatore di Svezia Robert Rydberg, Ambasciatore di Danimarca Birger Riis-Jørgensen e del direttore del Circolo Scandinavo di Roma, l’islandese Ingo Arnason, è stato presentato alla casa del Cinema di Roma il programma della 6a edizione del Nordic Film Fest, NFF, dal 4 al 7 maggio 2017.

La rassegna, nata con lo scopo di promuovere la cinematografia e la cultura dei Paesi Nordici (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia), è realizzata a cura delle quattro ambasciate nordiche presenti in Italia e con la collaborazione del Circolo Scandinavo di Roma.

Image

Si avvale inoltre della collaborazione dell’Ambasciata di Islanda a Parigi, dei Film Institutes dei rispettivi paesi e del patrocinio del Comune di Roma.
Molti i nuovi film in anteprima o inediti in Italia mentre il filo conduttore di questa edizione è il ‘viaggio’ nelle sue varie sfaccettature. Il bianco pastore di renne (Valkoinen peura), un film finlandese del 1952 apre la rassegna il pomeriggio del 4 maggio.
Oltre alle proiezioni, in lingua originale con sottotitoli in italiano e a ingresso libero, il programma prevede presentazioni e incontri con ospiti internazionali (registi, attori, produttori, sceneggiatori).

La rassegna ha anche uno spazio speciale dedicato a corti e video-art a cura del Circolo Scandinavo.
Come nella passata edizione è prevista una sezione dedicata agli sceneggiatori nordici a cura di WRITERS GUILD ITALIA, in collaborazione con la SIAE, con masterclass tenute da sceneggiatori e rappresentanti dell’industria cinematografica dei Paesi Nordici. Sempre durante il NFF 2017, WGI ha organizzato, in collaborazione con ANICA, le Ambasciate dei Paesi Nordici e il Circolo Scandinavo, anche un seminario per progetti televisivi e cinematografici destinati alla coproduzione. In collaborazione con ANICA e WRITERS GUILD ITALIA, il 5 maggio è in programma un momento di approfondimento sulle pari opportunità nel cinema con il seminario “Verso un’industria del cinema più paritaria – esperienze, iniziative e strategie nordiche e italiane a confronto”.

NORDIC FILM FEST si avvale anche quest’anno dell’importante collaborazione con IED (Istituto Europeo di Design) che ha realizzato la sigla originale.
Evento collaterale della manifestazione è la mostra fotografica (27 aprile - 23 maggio) “DONNE FORTI LUCE TENUE - Un percorso nella storia del cinema finlandese” in occasione dei 100 anni dell’indipendenza della Finlandia.

Image

Un altro importante evento parallelo, il 6 e 7 maggio, è l’edizione romana del festival di cultura nordica BE NORDIC a cura delle quattro organizzazioni ufficiali turistiche dei Paesi Nordici (VisitDenmark, Visit Finland, Innovation Norway e VisitSweden), per la prima volta a Roma dopo il successo delle edizioni milanesi. Gli amanti della ”luce del Nord” hanno l’occasione di vivere in prima persona lo stile di vita nordico nelle sue diverse forme, dal design alla gastronomia,dalla musica alla letteratura, con particolare attenzione per l’ambiente e la sostenibilità, in un padiglione esterno allestito per l’occasione, una vera e propria full immersion nel nord d’Europa.

ImageInoltre in occasione del centenario del primo Congresso Nazionale dei Sámi avvenuto il 6 febbraio del 1917 a Trondheim in Norvegia, dove si sono riuniti per la prima volta i Sámi provenienti dalla Finlandia, Norvegia e Svezia, il logo del NORDICFILM FEST richiama i colori della loro bandiera e ci sono film e corti dedicati a questo popolo indigeno nordico.
Infine la collaborazione tra GNAMMO e NORDIC FILM FEST consente di unire cinema e gastronomia per favorire la conoscenza delle culture delle cinque nazioni a cui il Festival dà voce sugli schermi cinematografici e a cui Gnammo dà un sapore, grazie alle competenze e alla creatività dei cuochi della sua associazione. Dalle tavole alle poltrone, per dare corpo al binomio “cinema & cibo”, tanto caro ai agli autori di cinema. Le cene, con menù ispirati alle cucine dei paesi partecipanti per promuovere la manifestazione cinematografica, saranno cinque, una per ogni paese nordico e preparate dai cuochi nel periodo 26 aprile - 3 maggio.

I NUMERI DI NFF 2017

Complessivamente, il NFF presenta 14 film, 1 documentario, 8 corti, 1 video art, così articolati:
• Danimarca 2 film
• Finlandia 3 film, 1documentario
• Islanda 2 film
• Norvegia 4 film, 1 corto
• Svezia 3 film, 1 corto
• Circolo Scandinavo 6 corti, 1 video art
per un totale di 30 ore circa di grande cinema nordico.


Per il programma dettagliato di eventi e proiezioni, visitare il sito:
www.nordicfilmfestroma.com
ed il sito: http://benordic.tumblr.com/

(La Rondine – 1.5.2017)

 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Fantastica!

Image

A Tampere, in mostra i capolavori di Valentino

Alcune tra le più straordinarie creazioni viste in passerella, gli abiti di alta moda di Valentino, sono in mostra al Museo Milavida di Tampere, la capitale industriale della Finlandia. Intitolata Fantastica! Abiti di Valentino da collezioni private, è una mostra che rappresenta innanzi tutto una celebrazione dell’alta moda: sotto i riflettori vi sono non solo gli abiti di Valentino provenienti da collezioni private, ma anche il loro retroterra artigianale e la minuziosa esperienza di tessitori, sarti e ricamatori, che rendono ogni capo prezioso come un gioiello.
La raffinatezza e la cura dei dettagli fanno sì che Valentino venga definito “L’ultimo imperatore della moda”.
Ottima l’occasione, per i curiosi, per conoscere l’edificio storico che ospita la mostra, Il Castello di Näsi (Näsilinna) a Tampere, nel quartiere di Finlayson.
Il magnifico palazzo è stato costruito nel 1898 da Peter von Nottbeck, figlio di Wilhelm von Nottbeck, con progetto di Karl August Wrede, autore celebre per una serie di grandi edifici come la Biblioteca municipale di Turku. Il palazzo nel 1905 fu ceduto dagli eredi al comune di Tampere.
Danneggiato a più riprese durante la guerra civile, e poi durante la seconda guerra mondiale, l’edificio ha subito profondi restauri, tra il 2013 e il 2015, recuperando la sua originaria bellezza. Oggi Näsilinna, oltre al Museo, ospita anche un caffè e un ristorante.

Image

Valentino Garavani è uno degli stilisti più famosi, ha vestito il bel mondo internazionale, ed è talmente celebre da aver dato il suo nome a una varietà di rosso. Come grandi pittori del passato, da Carpaccio a Tiziano.

Mostra: Museo Milavida - Tampere

dal 15 giugno al 15 ottobre
http://museomilavida.fi/en/museum-milavida/

 

Pubblicità

 

Eventi