snow_man_1.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

2018 anno europeo del patrimonio culturale

Il 2018, dichiarato Anno europeo del patrimonio culturale, sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale.
L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.
Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono:
- promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale
- evidenziare il contributo economico offerto dal patrimonio culturale ai settori culturale e creativo, compreso per le piccole e medie imprese, e allo sviluppo locale e regionale
- sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell'UE, inclusa la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione postbellica e la ricostruzione del patrimonio culturale distrutto
L'Anno europeo potrà contare su una dotazione finanziaria dedicata pari a 8 milioni di EUR, 4 saranno erogati dal programma Europa Creativa e gli altri 4 da altri programmi UE quali Erasmus Plus, Horizon 2020 ed Europa dei Cittadini che parteciperanno con bandi dedicati.
Gli Stati membri nomineranno dei coordinatori nazionali per promuovere le iniziative dirette nel proprio paese e raccordarsi con quelle “bandiera” promosse dalla Commissione. Rappresentanti del Parlamento europeo potranno partecipare in qualità di osservatori alle riunioni dei coordinatori nazionali organizzate dalla Commissione per lo svolgimento dell'Anno europeo.
Il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale sarà presentato al Forum della Cultura in programma a dicembre 2017 a Milano.
La Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, il 20 maggio scorso. (G. Nitti)

Testo cliccando qui

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

La mia Finlandisierung Stampa E-mail
di Antonio Parente   
Indice articolo
La mia Finlandisierung
Pagina 2

Image

Un test semiserio per misurare il tuo grado di integrazione nel paese nordico

Un mio amico polacco residente in Finlandia già da tempo, Grzegorz Kosieradski, autore, tra l'altro, di un manuale di finlandese per stranieri, qualche anno fa mi inviò una mail contenente un test ironico per misurare il grado di finlandesità e di eventuale assimilazione alla popolazione locale di chi abita da un po' in Finlandia. A quel tempo risiedevo a Praga (mi sono trasferito in Finlandia soltanto nella seconda metà del 2000) e, pur riconoscendo l'umorismo generale del messaggio, devo confessare che non comprendevo la natura più o meno ironica della maggior parte delle affermazioni.

A distanza di tempo, mi è ricapitato sottomano quel messaggio, e questa volta, forse grazie(?!) al fatto che il velo di italianità davanti ai miei occhi va sbiadendosi sempre più, sono rimasto folgorato nel rileggerlo: la vigorosa quietudine finlandese deve aver fatto breccia lentamente ma inesorabilmente anche dentro di me, se è vero che molte delle affermazioni che seguono mi sembrano di una normalità e ovvietà sconcertanti.
Naturalmente, dopo più di una decina d'anni, molti enunciati risultano datati; ad esempio: «L’unica ragione per metter piede a Stoccolma è visitare il McDonald's più vicino al porto»; così come anche la parte che recita: (Sei da troppo tempo in Finlandia se) «Sei realmente interessato a chi sia la nuova fiamma o moglie di Matti Nykänen»; il quale oggigiorno ha indubbiamente altri problemi a cui pensare. Oppure anche: (Sei da troppo tempo in Finlandia se) «Una fetta di pomodoro su una foglia di lattuga la consideri un'insalata». A dimostrazione, quest'ultima affermazione, di quanto siano cambiate le abitudini alimentari finniche negli ultimi dieci anni. La maggior parte, però, rimane spaventosamente attuale.

Image Ed è per questo che ho pensato di offrire questo breve test anche a quei lettori della Rondine che non lo conoscessero ancora, soprattutto a quelli che risiedono in Finlandia, in modo che possano, secondo i gusti e le preferenze, celebrare la propria finlandizzazione, oppure mettersi in salvo per tempo.
Auguri o coraggio, a seconda dei casi.

SEI DA TROPPO TEMPO IN FINLANDIA SE:

– Pensi sia normale pranzare alle 11:00.

– Il giovedì hai voglia di zuppa di piselli e frittelle.

– Quando vai alla posta, in banca o in farmacia, la prima cosa che fai è cercare la fila per ritirare il bigliettino salvacode. Pensi sia normale mettersi in coda per il salvacode.

Silenzio è sinonimo di divertimento.

Image

– Quando ci sono 70 gradi nella sauna, fa fresco, ma quando ci sono 25 gradi fuori, fa caldo.

– Una parte importante e, allo stesso tempo, naturale di una trattativa d’affari è denudarsi davanti a degli sconosciuti e andare a sudare con loro in una stanza calda.

– Uno sconosciuto che ti fa un sorriso è:
a) mezzo matto
b) ubriaco
c) straniero
d) sia a) sia b) sia c)

– Vai in crociera per:
a) comprare alcolici esenti da imposte
b) comprare birra esente da imposte
c) comprare sigarette esenti da imposte


 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Fantastica!

Image

A Tampere, in mostra i capolavori di Valentino

Alcune tra le più straordinarie creazioni viste in passerella, gli abiti di alta moda di Valentino, sono in mostra al Museo Milavida di Tampere, la capitale industriale della Finlandia. Intitolata Fantastica! Abiti di Valentino da collezioni private, è una mostra che rappresenta innanzi tutto una celebrazione dell’alta moda: sotto i riflettori vi sono non solo gli abiti di Valentino provenienti da collezioni private, ma anche il loro retroterra artigianale e la minuziosa esperienza di tessitori, sarti e ricamatori, che rendono ogni capo prezioso come un gioiello.
La raffinatezza e la cura dei dettagli fanno sì che Valentino venga definito “L’ultimo imperatore della moda”.
Ottima l’occasione, per i curiosi, per conoscere l’edificio storico che ospita la mostra, Il Castello di Näsi (Näsilinna) a Tampere, nel quartiere di Finlayson.
Il magnifico palazzo è stato costruito nel 1898 da Peter von Nottbeck, figlio di Wilhelm von Nottbeck, con progetto di Karl August Wrede, autore celebre per una serie di grandi edifici come la Biblioteca municipale di Turku. Il palazzo nel 1905 fu ceduto dagli eredi al comune di Tampere.
Danneggiato a più riprese durante la guerra civile, e poi durante la seconda guerra mondiale, l’edificio ha subito profondi restauri, tra il 2013 e il 2015, recuperando la sua originaria bellezza. Oggi Näsilinna, oltre al Museo, ospita anche un caffè e un ristorante.

Image

Valentino Garavani è uno degli stilisti più famosi, ha vestito il bel mondo internazionale, ed è talmente celebre da aver dato il suo nome a una varietà di rosso. Come grandi pittori del passato, da Carpaccio a Tiziano.

Mostra: Museo Milavida - Tampere

dal 15 giugno al 15 ottobre
http://museomilavida.fi/en/museum-milavida/

 

Pubblicità

 

Eventi