long_banner9.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

2018 anno europeo del patrimonio culturale

Il 2018, dichiarato Anno europeo del patrimonio culturale, sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale.
L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.
Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono:
- promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale
- evidenziare il contributo economico offerto dal patrimonio culturale ai settori culturale e creativo, compreso per le piccole e medie imprese, e allo sviluppo locale e regionale
- sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell'UE, inclusa la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione postbellica e la ricostruzione del patrimonio culturale distrutto
L'Anno europeo potrà contare su una dotazione finanziaria dedicata pari a 8 milioni di EUR, 4 saranno erogati dal programma Europa Creativa e gli altri 4 da altri programmi UE quali Erasmus Plus, Horizon 2020 ed Europa dei Cittadini che parteciperanno con bandi dedicati.
Gli Stati membri nomineranno dei coordinatori nazionali per promuovere le iniziative dirette nel proprio paese e raccordarsi con quelle “bandiera” promosse dalla Commissione. Rappresentanti del Parlamento europeo potranno partecipare in qualità di osservatori alle riunioni dei coordinatori nazionali organizzate dalla Commissione per lo svolgimento dell'Anno europeo.
Il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale sarà presentato al Forum della Cultura in programma a dicembre 2017 a Milano.
La Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, il 20 maggio scorso. (G. Nitti)

Testo cliccando qui

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

Intervista ad Andreas Bernard Stampa E-mail
di Alessandro Gazzera   
Indice articolo
Intervista ad Andreas Bernard
Pagina 2

Image

Portiere della nazionale italiana di hockey, e degli Ässät in Finlandia

Si presenta come il ragazzo della porta accanto, ma Andreas Bernard, classe 1990 da Bolzano, è il portiere che ha ereditato la porta della Nazionale di hockey su ghiaccio italiana dopo anni in cui i titolari erano italo-canadesi. Il 25enne, cresciuto hockeisticamente in Alto Adige, è in Finlandia dal 2009 ed ha vestito le maglie di SaiPa, RoKi, Jukurit, SaPKo e KooKoo mostrando all'esigente pubblico finlandese il suo talento.

La nuova sfida nel massimo campionato finnico ora si chiama Ässät, ma il goalie azzurro non ha nessuna paura e fissa già gli obiettivi per il futuro.

Ciao Andreas, cominciamo proprio dall'inizio: come arrivò la possibilità di giocare in Finlandia?
Ciao, è arrivata quando giocavo a Bolzano. Il mio coach, Jari Helle, mi chiese se volessi fare un provino in Finlandia.

ImageCome ti sei trovato nel paese e che differenze hai trovato con l'Italia?
All`inizio mi mancavano le montagne, gli amici e la famiglia. Ma con la bellezza delle isole e dei laghi in Finlandia pian piano la nostalgia è passata. Poi devo dire che in Finlandia le persone si organizzano meglio e il ritmo di vita è decisamente meno stressante

Dopo le esperienze con Saipa e Jukurit arriva quella con gli Ässät. Cosa ti ha spinto ad accettare questa nuova sfida?
Ho firmato con gli Ässät perché è una società dove ho trovato una organizzazione pazzesca in tutto, ma soprattutto con i portieri. Posso allenarmi ogni giorno con l'allenatore dei portieri e questo mi aiuta a crescere come giocatore, ma non solo.

Quali sono gli obiettivi per la prossima stagione?
Gli obiettivi per la stagione sono: giocare tante partite e crescere come portiere, ma anche arrivare ad avere una maggiore esperienza.

Parlando invece di Nazionale, come vedi questo processo di rinnovamento cominciato con Ivano Zanatta e Stefan Mair?
Avremmo dovuto cominciare 10 anni fa con questo progetto di crescita. A questo punto manca l'esperienza perché nella nostra lega i giovani non hanno giocato in un ruolo dove dovevano prendersi delle responsabilità.
Spero che la Federazione abbia fiducia nel progetto... Serve tempo per far crescere i giovani! A livello personale penso sia un progetto bello e interessante, ma anche che sia é l'unico futuro per l'hockey italiano.

L'Italia dell'hockey sta esportando diversi giovani, che consigli ti senti di dare a chi vuole provare una esperienza all'estero?
Io consiglerei ai giovani che mi possono chiedere della mia esperienza/vita in Finlandia di avere la grinta per andare all'estero. All'estero lavorano in maniera più specifica e ti aiutano a crescere.

Image



 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Fantastica!

Image

A Tampere, in mostra i capolavori di Valentino

Alcune tra le più straordinarie creazioni viste in passerella, gli abiti di alta moda di Valentino, sono in mostra al Museo Milavida di Tampere, la capitale industriale della Finlandia. Intitolata Fantastica! Abiti di Valentino da collezioni private, è una mostra che rappresenta innanzi tutto una celebrazione dell’alta moda: sotto i riflettori vi sono non solo gli abiti di Valentino provenienti da collezioni private, ma anche il loro retroterra artigianale e la minuziosa esperienza di tessitori, sarti e ricamatori, che rendono ogni capo prezioso come un gioiello.
La raffinatezza e la cura dei dettagli fanno sì che Valentino venga definito “L’ultimo imperatore della moda”.
Ottima l’occasione, per i curiosi, per conoscere l’edificio storico che ospita la mostra, Il Castello di Näsi (Näsilinna) a Tampere, nel quartiere di Finlayson.
Il magnifico palazzo è stato costruito nel 1898 da Peter von Nottbeck, figlio di Wilhelm von Nottbeck, con progetto di Karl August Wrede, autore celebre per una serie di grandi edifici come la Biblioteca municipale di Turku. Il palazzo nel 1905 fu ceduto dagli eredi al comune di Tampere.
Danneggiato a più riprese durante la guerra civile, e poi durante la seconda guerra mondiale, l’edificio ha subito profondi restauri, tra il 2013 e il 2015, recuperando la sua originaria bellezza. Oggi Näsilinna, oltre al Museo, ospita anche un caffè e un ristorante.

Image

Valentino Garavani è uno degli stilisti più famosi, ha vestito il bel mondo internazionale, ed è talmente celebre da aver dato il suo nome a una varietà di rosso. Come grandi pittori del passato, da Carpaccio a Tiziano.

Mostra: Museo Milavida - Tampere

dal 15 giugno al 15 ottobre
http://museomilavida.fi/en/museum-milavida/

 

Pubblicità

 

Eventi