bann_case1.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

Una App per mezzi pubblici, taxi e car sharing: a Helsinki non serve più l’auto

Le app per trovare la strada più veloce per arrivare in qualsiasi luogo, per cercare e pagare i mezzi pubblici o per usare un’auto del car sharing sono ormai di uso comune per moltissimi utenti di smartphone, anche nelle città italiane. Helsinki, ora, fa un’ulteriore passo avanti: la capitale finlandese è infatti la prima a integrare in un’unica app mappe, trasporti pubblici urbani, treni, taxi, car sharing e autonoleggio tradizionale, realizzando un vero esempio di mobilità integrata.
Lanciato in modalità test lo scorso ottobre per un numero limitato di utenti, il servizio Whim è stato realizzato dal Comune di Helsinki in collaborazione con l’Autorità regionale per i trasporti. Digitando una destinazione nell’app, si ricevono suggerimenti sul percorso ottimale per raggiungerla utilizzando un mix di sistemi di trasporto, con la possibilità di rielaborare la richiesta escludendo i mezzi che non si vogliono o non si possono utilizzare (ad esempio, il car sharing se non si ha la patente). E soprattutto, una volta selezionato il percorso preferito, Whim provvede automaticamente a pagare tutti i mezzi necessari: sui mezzi pubblici la stessa app avrà la funzione di biglietto.
Ogni utente, sulla base delle proprie esigenze di utilizzo del traporto pubblico e/o condiviso, può scegliere la modalità di pagamento preferita fra il “pay per use” (con addebito delle tariffe per i vari mezzi utilizzati) o un forfait mensile di 249 euro che offre accesso illimitato ai trasporti pubblici e 5.500 “punti Whim” per l’uso di taxi e car sharing, equivalenti a due giorni di noleggio di un’auto o otto corse di dieci chilometri in taxi. In base al test condotto in questi mesi sui primi 100 utenti, il pacchetto da 249 euro è sufficiente a coprire le necessità di trasporto della maggioranza degli utenti urbani. Ed è comunque più economico rispetto ai costi di proprietà e utilizzo di un’auto.
L’ambizione di Whim, oltre che di semplificare la vita agli attuali utenti dei mezzi pubblici, è infatti quella di offrire una reale alternativa all’auto privata, al punto da convincere molti abitanti di Helsinki a rinunciare a possederne una (lo slogan dell´iniziativa è "meglio che avere un´auto"). In futuro, con l’estensione a tutti i cittadini della possibilità di accedere al servizio, i responsabili di Whim assicurano che saranno disponibili anche altre opzioni, con pacchetti tariffari più contenuti o ancora più estesi (quindi con un numero maggiore di “punti Whim”) per soddisfare le esigenze del maggior numero possibile di utenti.
L’esperimento di Helsinki rappresenta un’esperienza importante alla quale guardano con interesse gli amministratori di molte grandi città europee e mondiali: in Italia, in particolare, il Comune e la Città metropolitana di Milano stanno lavorando da tempo a un progetto di mobilità integrata per molti aspetti simile a Whim, ma ancora non si hanno notizie sui possibili tempi di avvio di una fase sperimentale. (www.swzone.it, 23.12.16, Stefano Fossati)

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

Il nuovo numero di “Settentrione” Stampa E-mail
di Nicola Rainò   
Indice articolo
Il nuovo numero di “Settentrione”
Pagina 2
Pagina 3

La sezione dedicata all’Oriente si apre con il saggio di Francesco Surdich in cui vengono presentati brani dell’inedito diario del medico di bordo di una nave della Compagnia Rubattino, Antonio Bottoni, che per prima nel 1875 cercò di aprire una linea di navigazione con Singapore (Il primo tentativo della Compagnia Rubattino di aprire una linea di navigazione con la Malesia). E alla Malesia ci rimanda anche Felice Pozzo con il suo illuminante scritto su Emilio Salgari e l’estremo Oriente, che mette in particolare evidenza la componente anticolonialista del grande scrittore veronese. Sempre in queste acque (letteralmente) si muove Marco Barsacchi con la sua analisi dell’elemento biografico nei romanzi di Joseph Conrad (Ascoltando Marlow), con particolare riferimento ai personaggi che compaiono nei racconti “orientali”.

Image

All’ultimo libro di de Anna (Tiziano Terzani e la guerra del Vietnam, Turku 2016) si ricollega questo La Francia e la guerra del Vietnam di Nicola Neri, nel quale il docente di polemologia dell’università di Bari analizza la posizione assunta in particolare da Charles de Gaulle a proposito del conflitto che divampò in Indocina negli anni Sessanta. Unico testo in lingua finlandese è quello di Joel Kuortti, Maailmankaupan lolitat: Etnisyys, sukupuoli ja sisäistetty talous (Le lolite del commercio mondiale: etnicità, sesso ed economia interna). Si tratta di un saggio che affronta il tema della narrativa femminile in relazione all’economia del villaggio globale. E’ un interessante intervento “maschile” in un campo divenuto di escluso dominio dei women studies. Volete imparare la lingua thailandese? Ingporn Chithum, che la insegna nelle scuole e negli istituti serali di Turku, ve ne illustra le caratteristiche (Insegnare la lingua e la cultura thailandese in Finlandia), accompagnando l’insegnamento a preziose nozioni su alcuni aspetti della cultura e società thai che vi aiuteranno a non compiere gaffes quando visitate il paese.

La sezione “viaggi” si apre con il fondamentale studio di Piero Gualtierotti sull’iconografia acerbiana (Il ritratto di Giuseppe Acerbi); un contributo che ci conduce tra i vari ritratti del viaggiatore mantovano, da quelli giovanili a quelli della maturità, la cui diversità ci fa veramente meditare sul concetto che siamo “uno, nessuno e centomila” a seconda di chi ci rappresenta. Lauri Lindgren esamina la figura di Pehr Kalm come viaggiatore e non solo come botanico (Il viaggio di Pehr Kalm in Nordamerica) seguendo quanto ne ha scritto recentemente Rosemarie Tsubaki, sia in italiano sia in finlandese. Stefano Benazzo ci porta invece dall’altro capo del continente americano, col suo Del mare e dei destini: relitti di navi sulle coste del mondo; Benazzo, scultore, fotografo, modellista e scrittore dedica infatti buona parte del suo tempo alla ricerca di relitti di navi; quelli di cui tratta nel presente articolo sono stati soprattutto individuati nella Georgia del Sud, a poca distanza dall’Antartide. Un autore poco noto agli studiosi di cose nordiche è Giovanni Domenico Negrini, che nel 1583 relaziona al suo committente veneziano sul regno di Svezia (Le disavventure svedesi di Giovanni Domenico Negrini), un testo analizzato da Alessandra Orlandini Carcreff, che completa quello già noto di Alessandro Guagnini, altro descrittore della Svezia del XVI secolo. Lo studio dell’odeporica femminile è la specialità di Rosella Perugi, che nel suo contributo esamina quanto del Nord scrissero Elisa Cappelli, Giulia Kapp Salvini e Maria Savi Lopez (Quando le italiane arrivarono al Nord), una ricerca originale che rientra nel repertorio “classico” proprio di Settentrione. Un altro viaggiatore da scoprire in relazione alla Finlandia è l’ungherese István Rácz, il cui rapporto con la Finlandia e l’Italia è illustrato da Antonio Sciacovelli, l’attuale responsabile del Dipartimento di italiano dell’università di Turku.

Il volume si chiude con una sintesi di Paula Viljanen-Belkasseh delle diciotto monografie pubblicate da Luigi de Anna (Le sudate carte), che confermano la vastità degli interessi culturali del Nostro che spazia, sempre in maniera scientificamente impeccabile, su argomenti anche molto diversi tra loro. Pauliina de Anna, per anni “colonna” del Dipartimento di italiano di Turku, sintetizza invece il variegato curriculum vitae del festeggiato (Lupus in fabula). Ultima sezione è il Gratias ago che Luigi de Anna dedica ai collaboratori di questa ricchissima Miscellanea; un omaggio a sua volta del festeggiato ai suoi festeggiatori totalmente al di fuori dalla tradizione accademica. Come de Anna ha del resto sempre voluto essere.

(La Rondine - 28.1.2017)



 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

ROMA - Villa Lante al Gianicolo
Giovedì 4 maggio

Image

Musiche di Francesco Paolo Tosti

Giovedì 4 maggio, alle ore 20, a Villa Lante al Gianicolo, omaggio a Francesco Paolo Tosti (1846-1916) con tre artisti “ambasciatori tostiani” a livello internazionale, raffinati interpreti del genere musicale della romanza da salotto e membri dell’Istituto Nazionale Tostiano di Ortona: il soprano Donata D'Annunzio Lombardi, riconosciuta come una delle principali interpreti pucciniane, Leonardo Caimi, tenore apprezzato nei teatri di tutto il mondo, Isabella Crisante, affermata pianista e consulente artistico dell’Istituto Tostiano.
Il concerto è preceduto, alle ore 18, da una presentazione multimediale ed esposizione di materiali provenienti dal museo dell’Istituto Tostiano, a cura di Gianfranco Miscia, responsabile del museo e della biblioteca dell’Istituto stesso.

Image

info: 328.6294500
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

Pubblicità

 

Eventi

Università di Napoli - L'Orientale

12 maggio, ore 12.30 -14

Image

Markku Kaskela e il centenario della Finlandia


Lo scrittore e poeta finlandese terrà una conferenza su “Finlandia: 100 anni dall’indipendenza”.

Partecipano all'incontro la prof.ssa Pirjo Nummenaho e la dott.ssa Riikka Lindholm.

Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati

Palazzo Santa Maria Porta Coeli, via Duomo 219

Primo piano, aula 116.