long_banner5.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

2018 anno europeo del patrimonio culturale

Il 2018, dichiarato Anno europeo del patrimonio culturale, sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale.
L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.
Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono:
- promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale
- evidenziare il contributo economico offerto dal patrimonio culturale ai settori culturale e creativo, compreso per le piccole e medie imprese, e allo sviluppo locale e regionale
- sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell'UE, inclusa la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione postbellica e la ricostruzione del patrimonio culturale distrutto
L'Anno europeo potrà contare su una dotazione finanziaria dedicata pari a 8 milioni di EUR, 4 saranno erogati dal programma Europa Creativa e gli altri 4 da altri programmi UE quali Erasmus Plus, Horizon 2020 ed Europa dei Cittadini che parteciperanno con bandi dedicati.
Gli Stati membri nomineranno dei coordinatori nazionali per promuovere le iniziative dirette nel proprio paese e raccordarsi con quelle “bandiera” promosse dalla Commissione. Rappresentanti del Parlamento europeo potranno partecipare in qualità di osservatori alle riunioni dei coordinatori nazionali organizzate dalla Commissione per lo svolgimento dell'Anno europeo.
Il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale sarà presentato al Forum della Cultura in programma a dicembre 2017 a Milano.
La Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, il 20 maggio scorso. (G. Nitti)

Testo cliccando qui

 
Lettere al direttore: Esiste ancora il Welfare in Finlandia? Stampa E-mail
di Nedo Micci   

Image

Sistemi sanitari a confronto: la Finlandia e la prevalenza del privato

Egregio direttore,
sono felicemente sposato con Pirjoliisa da 35 anni la quale e' ancora una bellissima donna oltreche' straordinaria, vivo a Grosseto - un figlio nero di capelli e alto 1,90; non mi sento di cadere nello stereotipo di indicare le cose poco positive della Finlandia - i suicidi , l'alcol e quant'altro... non lo posso fare perche' ho la consapevolezza di vivere in un Paese con una serie innumerevole di negativita' quali mafia, burocrazia elefantiaca e (last but not least) Berlusconi... ma sarebbe un discorso che non porta da nessuna parte.

 

 

 

 

Questa sera mi voglio trasformare in un "finlandese" ...voglio essere cioe' "diretto" fornendo una testimonianza riveniente da una esperienza di aver scoperto in terra finnica un DIRITTO NEGATO; un diritto negato tra i piu' importanti, quello della salute e che riguarda una cittadina finlandese di 80 anni, di Elvi, mia suocera.
E' una storia che, considerando la disastrata Italia come termine di paragone e' semplicemente SCANDALOSA per la Finlandia obviously.

Ebbene mia suocera ha bisogno di essere operata all'anca... una operazione , possiamo dire di routine; Elvi soffre terribilmente - si trova cioe' in una situazione di URGENZA - e va avanti con antidolorifici che le stanno spaccando il fegato; una situazione impensabile, forse, neanche nel Burkina Faso. E' dallo scorso Luglio che ha cominciato a farsi visitare presso il sistema sanitario finnico e NON E' STATA ANCORA OPERATA. Per esperienza posso affermare che nella incivile Italia una cosa del genere e' pressoche' impossibile che si verifichi ; a tale proposito posso testimoniare che una mia zia e' stata felicemente operata nel giro di un mese e cio' e' accaduto per la stessa patologia ad un altro mio conoscente. Se si verificasse una situazione qui in Italia come quella che ho sopra descritto si muoverebbe il Procuratore della Repubblica. Sono italiano e quindi mi dovete concedere un minimo di retorica: per la cosa che ho visto e che sfortunatamente riguarda mia suocera non posso non concludere che la Finlandia si trova nella infelice condizione di riservare ai suoi cittadini anziani che hanno pagato le tasse per una vita e che hanno fatto prospero quel Paese il piu' elementare dei diritti, quello della salute.

Io e mia moglie Pirjo siamo sgomenti, proprio e soprattutto perche' tutto cio' qui NON potrebbe accadere; a puro titolo di cronaca io e mia moglie abbiamo subito degli interventi: ebbene, quando abbiamo avuto quel problema siamo stati ricoverati, brillantemente operati NEL GIRO DI UNA SETTIMANA e a costo ZERO.

Credo di aver capito che il famoso "welfare" finnico e' purtroppo solo una favola e quando racconto questa storia ai miei amici mi guardano , increduli, con due occhi cosi'. Credo di aver capito anche che, comunque , in Finlandia moolto ma moolto piu' di qui e' questione di "money".

Che tristezza. Ho voluto solo fornire una testimonianza derivante da una mia diretta esperienza che ci ha veramente sconvolto.

La saluto cordialmente.

Nedo Micci, Grosseto.

P.S. Ogni anno passo 15 giorni a Jyväskylä e conosco bene le mille altre cose, invece, positive della Finlandia a noi sconosciute; ma la storia sopra raccontata non fa oggettivamente onore alla orgogliosa terra finnica.

ImagePubblichiamo la lettera del signor Micci come testimonianza di una sua esperienza personale. Non abbiamo motivo di dubitare della verità di quanto afferma. Ovviamente è possibile che in questo caso ci siano ostacoli di altra natura di cui non siamo informati, e manca l'opinione della controparte, cioè il sistema sanitario nazionale finlandese. Siamo però convinti che la lettera possa essere utile a riflettere sulla progressiva prevalenza del sistema sanitario privato cui tanti cittadini in Finlandia "scelgono" di rivolgersi senza passare da quello pubblico. È una esperienza condivisa da molti di noi. Ma si tratta di una "scelta?". Ne abbiamo già discusso in passato: il Welfare finlandese esiste ormai solo sulla stampa italiana? Si accettano aggiornamenti. N.R.

(La Rondine - 12.11.2010)

 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Fantastica!

Image

A Tampere, in mostra i capolavori di Valentino

Alcune tra le più straordinarie creazioni viste in passerella, gli abiti di alta moda di Valentino, sono in mostra al Museo Milavida di Tampere, la capitale industriale della Finlandia. Intitolata Fantastica! Abiti di Valentino da collezioni private, è una mostra che rappresenta innanzi tutto una celebrazione dell’alta moda: sotto i riflettori vi sono non solo gli abiti di Valentino provenienti da collezioni private, ma anche il loro retroterra artigianale e la minuziosa esperienza di tessitori, sarti e ricamatori, che rendono ogni capo prezioso come un gioiello.
La raffinatezza e la cura dei dettagli fanno sì che Valentino venga definito “L’ultimo imperatore della moda”.
Ottima l’occasione, per i curiosi, per conoscere l’edificio storico che ospita la mostra, Il Castello di Näsi (Näsilinna) a Tampere, nel quartiere di Finlayson.
Il magnifico palazzo è stato costruito nel 1898 da Peter von Nottbeck, figlio di Wilhelm von Nottbeck, con progetto di Karl August Wrede, autore celebre per una serie di grandi edifici come la Biblioteca municipale di Turku. Il palazzo nel 1905 fu ceduto dagli eredi al comune di Tampere.
Danneggiato a più riprese durante la guerra civile, e poi durante la seconda guerra mondiale, l’edificio ha subito profondi restauri, tra il 2013 e il 2015, recuperando la sua originaria bellezza. Oggi Näsilinna, oltre al Museo, ospita anche un caffè e un ristorante.

Image

Valentino Garavani è uno degli stilisti più famosi, ha vestito il bel mondo internazionale, ed è talmente celebre da aver dato il suo nome a una varietà di rosso. Come grandi pittori del passato, da Carpaccio a Tiziano.

Mostra: Museo Milavida - Tampere

dal 15 giugno al 15 ottobre
http://museomilavida.fi/en/museum-milavida/

 

Pubblicità

 

Eventi