snow_man_1.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

2018 anno europeo del patrimonio culturale

Il 2018, dichiarato Anno europeo del patrimonio culturale, sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale.
L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.
Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono:
- promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale
- evidenziare il contributo economico offerto dal patrimonio culturale ai settori culturale e creativo, compreso per le piccole e medie imprese, e allo sviluppo locale e regionale
- sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell'UE, inclusa la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione postbellica e la ricostruzione del patrimonio culturale distrutto
L'Anno europeo potrà contare su una dotazione finanziaria dedicata pari a 8 milioni di EUR, 4 saranno erogati dal programma Europa Creativa e gli altri 4 da altri programmi UE quali Erasmus Plus, Horizon 2020 ed Europa dei Cittadini che parteciperanno con bandi dedicati.
Gli Stati membri nomineranno dei coordinatori nazionali per promuovere le iniziative dirette nel proprio paese e raccordarsi con quelle “bandiera” promosse dalla Commissione. Rappresentanti del Parlamento europeo potranno partecipare in qualità di osservatori alle riunioni dei coordinatori nazionali organizzate dalla Commissione per lo svolgimento dell'Anno europeo.
Il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale sarà presentato al Forum della Cultura in programma a dicembre 2017 a Milano.
La Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, il 20 maggio scorso. (G. Nitti)

Testo cliccando qui

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

La Fiat sbarca in Finlandia Stampa E-mail
di Gianfranco Nitti   
Indice articolo
La Fiat sbarca in Finlandia
Pagina 2
Image Concessionaria Fiat Alftan, Helsinki 1927
 
Nostra intervista ad Alessio Castelli, dirigente del Business Centre Scandinavo
 
La Fiat Chrysler Group ha deciso di aprire una filiale in Finlandia, ed ha nominato l’ingegner Alessio Castelli, 42 anni, ultradecennale esperienza nel gruppo FIAT, come proprio dirigente per il nuovo Business Centre Scandinavo, che controllerà anche le operazioni del gruppo in Svezia e Danimarca.
Castelli è responsabile, Chief Operating Officer, di Fiat Group Automobiles in Svezia e Danimarca. E’ un manager con una maturata conoscenza dei mercati nordici da quando è responsabile delle vendite sugli stessi mercati.
Con cortese disponibilità, ci ha rilasciato la sua prima intervista su questa importante decisione commerciale.
 
Ingegnere, a quando risale la presenza Fiat sul mercato finlandese e quali le prospettive?
 
ImageLa Fiat non aveva finora avuto una presenza diretta in Finlandia bensì rapporti con importatori, distributori o concessionari. Dal punto di vista storico, le prime tracce commerciali risalgono al 1920 con un’esportazione di 201 autoveicoli modello Fiat 501; neanche la Chrysler ha avuto finora una presenza diretta. La filiale danese venne invece fondata nel 1930, quella svedese nel 2010. Per quanto riguarda l’attuale situazione di vendite sul mercato, nel 2013 abbiamo realizzato l’1% relativo alle auto e l’1,7% relativo ai veicoli commerciali, una posizione ancora debole quindi, ma che, con la presenza diretta, intendiamo modificare verso livelli più consistenti. Nei paesi scandinavi i ritmi di sviluppo sono più dilatati, ma, inserita la giusta marcia, la tendenza diventa più veloce. Sui veicoli offerti nei paesi nordici e la Russia predisponiamo una configurazione comune consistente nel cosiddetto ‘kit paesi freddi’ con accorgimenti idonei per tali latitudini, per esempio la dotazione dei veicoli con sedili riscaldati, una attenzione particolare alle esigenze locali.
 
L'attuale presenza, mediante concessionario/ importatore viene quindi sostituita da presenza diretta: quando sarà operativa?
 
Saremo completamente operativi da inizio 2015 con la costituzione di una filiale tipo Fiat Finland o con altra denominazione, connessa ad una entità legale locale, con propria sede, presumibilmente nei pressi dell’aeroporto, vicinanza assolutamente necessaria e pratica.
 
Quali sono i motivi della decisione, nonostante la limitatezza del mercato?
 
L’attuale distributore ha deciso di concludere il contratto a fine 2014; la decisione di una presenza diretta deriva principalmente dal fatto che il mercato finlandese è molto simile a quello svedese per quanto riguarda la distribuzione dei segmenti delle automobili sui due mercati: i segmenti C e D, che comprendono, per esempio, la Giulietta Alfa Romeo, costituiscono in Scandinavia il 50% del totale del mercato. In Svezia questo dato è pari al 47%, in Finlandia è pari al 49%, mentre risulta al contrario una debolezza nei segmenti A e B ove, per esempio, la Fiat 500 ((A) e la Punto (B). in Finlandia hanno solo, con la 500, il 3% del mercato, e con la Punto, il 13%. Per quanto riguarda i segmenti C e D avremo presto delle ottime carte da giocare su entrambi i mercati svedese e finlandese. In sostanza, pur trattandosi di due mercati diversi per lingua, fiscalità, valuta, esiste una forte similitudine relativa al profilo distributivo dei segmenti auto. Inoltre stiamo cercando di fare delle sinergie ed abbiamo notato che una distribuzione come cluster nordico è abbastanza diffusa anche tra i nostri concorrenti.

 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Fantastica!

Image

A Tampere, in mostra i capolavori di Valentino

Alcune tra le più straordinarie creazioni viste in passerella, gli abiti di alta moda di Valentino, sono in mostra al Museo Milavida di Tampere, la capitale industriale della Finlandia. Intitolata Fantastica! Abiti di Valentino da collezioni private, è una mostra che rappresenta innanzi tutto una celebrazione dell’alta moda: sotto i riflettori vi sono non solo gli abiti di Valentino provenienti da collezioni private, ma anche il loro retroterra artigianale e la minuziosa esperienza di tessitori, sarti e ricamatori, che rendono ogni capo prezioso come un gioiello.
La raffinatezza e la cura dei dettagli fanno sì che Valentino venga definito “L’ultimo imperatore della moda”.
Ottima l’occasione, per i curiosi, per conoscere l’edificio storico che ospita la mostra, Il Castello di Näsi (Näsilinna) a Tampere, nel quartiere di Finlayson.
Il magnifico palazzo è stato costruito nel 1898 da Peter von Nottbeck, figlio di Wilhelm von Nottbeck, con progetto di Karl August Wrede, autore celebre per una serie di grandi edifici come la Biblioteca municipale di Turku. Il palazzo nel 1905 fu ceduto dagli eredi al comune di Tampere.
Danneggiato a più riprese durante la guerra civile, e poi durante la seconda guerra mondiale, l’edificio ha subito profondi restauri, tra il 2013 e il 2015, recuperando la sua originaria bellezza. Oggi Näsilinna, oltre al Museo, ospita anche un caffè e un ristorante.

Image

Valentino Garavani è uno degli stilisti più famosi, ha vestito il bel mondo internazionale, ed è talmente celebre da aver dato il suo nome a una varietà di rosso. Come grandi pittori del passato, da Carpaccio a Tiziano.

Mostra: Museo Milavida - Tampere

dal 15 giugno al 15 ottobre
http://museomilavida.fi/en/museum-milavida/

 

Pubblicità

 

Eventi