bann_case2.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

2018 anno europeo del patrimonio culturale

Il 2018, dichiarato Anno europeo del patrimonio culturale, sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale.
L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.
Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono:
- promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale
- evidenziare il contributo economico offerto dal patrimonio culturale ai settori culturale e creativo, compreso per le piccole e medie imprese, e allo sviluppo locale e regionale
- sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell'UE, inclusa la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione postbellica e la ricostruzione del patrimonio culturale distrutto
L'Anno europeo potrà contare su una dotazione finanziaria dedicata pari a 8 milioni di EUR, 4 saranno erogati dal programma Europa Creativa e gli altri 4 da altri programmi UE quali Erasmus Plus, Horizon 2020 ed Europa dei Cittadini che parteciperanno con bandi dedicati.
Gli Stati membri nomineranno dei coordinatori nazionali per promuovere le iniziative dirette nel proprio paese e raccordarsi con quelle “bandiera” promosse dalla Commissione. Rappresentanti del Parlamento europeo potranno partecipare in qualità di osservatori alle riunioni dei coordinatori nazionali organizzate dalla Commissione per lo svolgimento dell'Anno europeo.
Il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale sarà presentato al Forum della Cultura in programma a dicembre 2017 a Milano.
La Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, il 20 maggio scorso. (G. Nitti)

Testo cliccando qui

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

Il mio grosso grasso Natale finlandese Stampa E-mail
di Memo Trafiletti   
Indice articolo
Il mio grosso grasso Natale finlandese
Pagina 2

Image

Un italiano in Finlandia deve imparare a sopravvivere anche al cenone

Alla fine ero anche io ubriaco fradicio. E pensare che mi ero da sempre ripromesso che una cosa del genere non mi sarebbe mai accaduta.
Ma andiamo con ordine. Ho realizzato che anche quest’anno il Natale stava per sopraggiungere, come un TIR che non rispetta uno stop a un incrocio, da due inequivocabili segni.

 

 

 

 

Il primo, il tradizionale ordine di mia moglie, travestito da domanda e agghindato da una voce garrula: “Mi accompagni da Eurokangas?” La terribile catena di negozi che vende tessuti e scampoli è una tappa obbligata per favorire la sua inderogabile necessità di creare bigliettini natalizi artistici e decoratissimi, da spedire su tutto il territorio nazionale, isole (Åland) comprese.
Trascorrere un’ora da Eurokangas è entusiasmante per me quanto potrebbe esserlo per mia moglie stare altrettanto tempo in un mega negozio di ferramenta, di quelli dove sul calendario alle pareti la Carfagna appizzava la parte che le bastò sostituire alla faccia per entrare in politica.

Image

Il secondo segno, più sottile, è stata la velocità ancor più elevata con cui la cassiera del Prisma ha passato la mia spesa sul lettore ottico, facendo dei miei acquisti un cumulo che il rullo trasportatore ha rimestato in maniera sprezzante, mentre io ancora stavo aprendo il primo sacchetto per metterli via. Ricordo ancora le mie prime spese in Finlandia, quando la velocità immotivata delle cassiere mi pareva un intenzionale sberleffo al sottoscritto, un modo maleducatissimo di far presente che dovevo levarmi dalle scatole nel minor tempo possibile. Che difatti, ogni volta che facevo la spesa, roteavano quanto i barattoli di yogurt. Mi ci sono poi rassegnato, al fenomeno, ma quando a Natale aumentano ancora di più la velocità, le cassiere dei supermercati sanno ancora farmi imbufalire.
Insomma, è Natale.
E quest’anno si va a Parikkala, dalla famiglia di mia moglie, o meglio, dal padre, il quale si è risposato una decina di anni fa con una careliana che ha 7 sorelle. Quindi 7 cognati e un numero imprecisato di bambini.
Quando ho chiamato in Italia, i miei genitori hanno trascorso 20 minuti a lamentarsi della morsa del gelo in cui si trova l’Italia e degli ingenti disagi provocati dalle inaspettate e abbondanti nevicate. Mi sembrava di parlare con il TG1 e non con mia madre. Ho disperatamente tentato di farle capire che in inverno nevica, da sempre, me lo ricordo sin da bambino. Niente. Ho sottolineato che a Helsinki, solo a dicembre, sono caduti più di 70 centimetri di neve, battendo un record che deteneva l’anno 1915; che a differenza della neve italiana, questa si sarebbe sciolta ad aprile e che a Parikkala c’erano in quel momento -26° gradi. Quando mi ha detto che però in Finlandia il freddo è più secco e si sente di meno dei loro -6° a Milano, ho tirato una bestemmia e ho buttato giù la cornetta. I buoni propositi di Natale erano naufragati miseramente nel meteo, ed era ancora il 23 dicembre.

Il padre di mia moglie, loquace come una meringa, ci ha accolti sulla soglia del loro mökki ricoperto di neve. Non vedeva mia moglie da un anno, lei lo ha abbracciato, lui ha risposto “mmhhf” e poi ha ripreso a fumare, in maniche di camicia. Ora, è giusto che le abitudini culturali vengano riconosciute e che non si giudichi un popolo come poco caloroso dal solo fatto che molti sono degli introversi. Però, fumare in maniche di camicia a -26° gradi, come fanno in molti, secondo me potrebbe anche far trarre la conclusione pacifica che i finlandesi sono in buon numero degli squinternati.

Image


 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Fantastica!

Image

A Tampere, in mostra i capolavori di Valentino

Alcune tra le più straordinarie creazioni viste in passerella, gli abiti di alta moda di Valentino, sono in mostra al Museo Milavida di Tampere, la capitale industriale della Finlandia. Intitolata Fantastica! Abiti di Valentino da collezioni private, è una mostra che rappresenta innanzi tutto una celebrazione dell’alta moda: sotto i riflettori vi sono non solo gli abiti di Valentino provenienti da collezioni private, ma anche il loro retroterra artigianale e la minuziosa esperienza di tessitori, sarti e ricamatori, che rendono ogni capo prezioso come un gioiello.
La raffinatezza e la cura dei dettagli fanno sì che Valentino venga definito “L’ultimo imperatore della moda”.
Ottima l’occasione, per i curiosi, per conoscere l’edificio storico che ospita la mostra, Il Castello di Näsi (Näsilinna) a Tampere, nel quartiere di Finlayson.
Il magnifico palazzo è stato costruito nel 1898 da Peter von Nottbeck, figlio di Wilhelm von Nottbeck, con progetto di Karl August Wrede, autore celebre per una serie di grandi edifici come la Biblioteca municipale di Turku. Il palazzo nel 1905 fu ceduto dagli eredi al comune di Tampere.
Danneggiato a più riprese durante la guerra civile, e poi durante la seconda guerra mondiale, l’edificio ha subito profondi restauri, tra il 2013 e il 2015, recuperando la sua originaria bellezza. Oggi Näsilinna, oltre al Museo, ospita anche un caffè e un ristorante.

Image

Valentino Garavani è uno degli stilisti più famosi, ha vestito il bel mondo internazionale, ed è talmente celebre da aver dato il suo nome a una varietà di rosso. Come grandi pittori del passato, da Carpaccio a Tiziano.

Mostra: Museo Milavida - Tampere

dal 15 giugno al 15 ottobre
http://museomilavida.fi/en/museum-milavida/

 

Pubblicità

 

Eventi