Se vi piace il presepe...
di Gianfranco Nitti   

Image Presepio di Roberto Vanadia

Arte e tradizione del presepio italiano in mostra in Finlandia

Un pezzo di Natale italiano arriva in Finlandia. In occasione del Natale 2013 l’Istituto Italiano di Cultura e l’Ambasciata d’Italia a Helsinki hanno organizzato una grande mostra sulla tradizione del presepio con il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri italiano. È visibile una selezione di opere di grande pregio artistico, presentate secondo un itinerario geografico che ripercorre storia e stili tipici delle regioni di più antica tradizione, realizzate da alcuni tra i più rappresentativi artisti contemporanei.

Una rassegna che si snoda dai tipici presepi in legno della Val Gardena ai presepi in terracotta e cera d’api della Sicilia, dalla vitalità del presepio napoletano alla seducente plasticità della cartapesta leccese, dagli splendidi scorci dei paesaggi della Basilicata agli angoli nascosti della “Roma sparita”, alle minuziose ricostruzioni dei presepi emiliani e marchigiani.

Grazie alla partecipazione e al sostegno dell’Unione Parrocchiale di Helsinki, della Cattedrale di Helsinki, dell’Unione Parrocchiale di Turku e Kaarina e della città di Turku, la mostra si articola attraverso un percorso ideale che dalla Cripta della Cattedrale Luterana di Helsinki giunge sino alla Cappella Agricola della Cattedrale Luterana di Turku. Il percorso espositivo tocca inoltre importanti punti di interesse della capitale finlandese, tra cui il Museo Sinebrychoff, la sede di culto della Cattedrale luterana in Piazza del Senato, la chiesa cattolica di sant’Enrico, i magazzini Stockmann e la hall della Stazione Centrale della città.

Tra le principali opere esposte ad Helsinki, grazie al contributo dell’esperta di arte presepiale italiana, dott.ssa Michela Rossetti, troviamo il presepe scenografico (4,00 x 3,00) “L’Arco di Dolabella” (Lazio/Campania) dell’artista Christian Apreda (Roma) con le figure di Aniello Gaudino (Napoli), esposto nel periodo delle festività natalizie 2012 in Piazza del Campidoglio a Roma, quale omaggio del Sindaco di Roma alla cittadinanza e ai turisti. L’opera riproduce secondo lo stile del Presepe Ottocentesco Romano, il quadro del pittore Ettore Roesler Franz, raffigurante uno scorcio di Roma sparita. Quindi, lo splendido presepio scenografico “Presepe nel borgo” (3,50x2,50), con minuziose riproduzioni di paesaggi agricoli e antichi mestieri della Sicilia dell’800, del noto artista siciliano Roberto Vanadia, la cui “arte etnoplastica” è stata inscritta dall’Assessorato ai Beni Culturali della Regione Siciliana nel Registro delle Eredità Immateriali - Libro dei Saperi sulla base della Convenzione Unesco per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale. Le opere del Maestro Vanadia sono state esposte nella Basilica di San Francesco ad Assisi (Italia), a San Pietroburgo, nella chiesa di Santa Caterina D’Alessandria e Sala dei Marmi, a Mosca, nel Museo della Cattedrale del Cristo Salvatore, a Roma, Palazzo Ruspoli e Sale del Bramante, ad Agrigento, Parco archeologico della Valle dei Templi.

Image

Ed ancora, la splendida “Sacra Famiglia” dell’artista Antonio Pigozzi (Emilia Romagna), presepio popolare (2,60 x 2,60) realizzato con statue di Giuseppe Criscione (Ragusa) e Raffaele De Angelis (S.Severo-Foggia). Inoltre, il classico Scoglio napoletano in stile Settecento napoletano e la Natività con figure alte circa 1 metro di Aniello Gaudino e la Sacra Famiglia in stile Ottocento della Scuola del Bongiovanni Vaccaro di Caltagirone di Francesco Scarlatella (Sicilia), la Natività nella masserizia di Paolo Capici (Ancona), la Sacra Famiglia di Ivo Piazza (Trentino) ed altre ancora testimoniano i differenti stili, tecniche ed uso dei materiali tipici di ogni regione.

La mostra a Helsinki è aperta al pubblico dal 9 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014.

A completare il percorso espositivo è il grande presepio scenografico (circa 30 mq) della regione Basilicata, allestito nella Cappella Agricola della Cattedrale di Turku, realizzato per l’occasione dall’artista lucano Francesco Artese, divenuto famoso per aver esposto le sue opere in prestigiose istallazioni in varie parti del mondo, quali New York, Betlemme - presso il Museo Mondiale della Natività su invito dell’Unesco - Parigi, Assisi, presso la Basilica di S. Francesco, Buenos Aires e numerose altre sedi tra cui Piazza S.Pietro a Roma in occasione del Natale 2012. Il Maestro Artese, che ha creato appositamente per l’evento finlandese anche un presepe destinato alla Cripta della Cattedrale di Helsinki, si ispira al paesaggio della regione Basilicata, un territorio ricolmo di sacralità che con le sue oltre 150 tra chiese, monasteri, e santuari, scavati nella roccia, è considerato “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”.

Il grande presepio scenografico nella Cattedrale di Turku, realizzato grazie al sostegno della Azienda di Promozione Turistica della Regione Basilicata, è presentato ufficialmente al pubblico il 12 dicembre, in occasione dell’importante evento ecumenico previsto per la stessa data nella Cattedrale e che prevede la partecipazione delle principali autorità del Paese. L’evento sarà ripreso dalla televisione di Stato finlandese Yle e trasmesso la Vigilia di Natale in concomitanza con la “dichiarazione di pace”, tradizionale appuntamento che ha luogo a Turku da oltre 700 anni e che raccoglie un enorme numero di visitatori.

Image

Il presepe di Francesco Artese sarà ospitato nella Cattedrale di Turku sino al 6 gennaio 2014.

Le numerose opere giungono dalle diverse regioni italiane grazie al prezioso supporto fornito dalla Ditta Niiniviirta Transport SpA, mentre il sistema di illuminazione è fornito dalla Ditta iGuzzini Finland & Baltic.

La mostra, oltre a rappresentare un evento di grande valenza culturale, assicurato dall’altissimo pregio artistico delle opere esposte, rappresenta nel contempo un’importante testimonianza di quel grande rapporto di collaborazione culturale esistente tra l’Italia e la Finlandia segnato ancora una volta dalla grande partecipazione delle istituzioni finlandesi a un progetto culturale proposto dall’Istituto Italiano di Cultura e Ambasciata d’Italia ad Helsinki per promuovere la cultura italiana in questo Paese.

Entrata libera, tranne al Museo d'Arte Sinebrychoff

(La Rondine - 8.12.2013)