Verso Nord, verso Sud: Finlandia e Puglia si incontrano al cinema
di Gianfranco Nitti   

Image Foto Veera Aaltonen

I fratelli Kaurismäki tra Bari e Lecce

Il BiFest di Bari si è appena concluso quando a Roma, in sequenza, si presentava la 14a edizione del Festival del Cinema Europeo, in programma a Lecce dall’8 al 13 aprile 2013. Mentre i due festival pugliesi stanno acquistando sempre più notorietà ed interesse, la cinematografia finlandese vi lascia un segno importante, scendendo fino al tacco d’Italia. E lo fa con le opere dei due fratelli registi, Mika e Aki.

Due protagonisti del cinema contemporaneo che, in questi ultimi decenni, hanno portato il cinema del periferico paese europeo alla ribalta del cinema mondiale. Aki e Mika Kaurismäki dall’inizio degli anni ’80 sfornano cult movies apprezzati dai cinefili di mezzo mondo, come “Delitto e Castigo”, “Ho affittato un Killer” e “Vita da Bohéme”. I due hanno collaborato per quasi vent’anni, ma negli ultimi dieci anni hanno prodotto diverse pellicole singolarmente.

ImageAl BiFest di Bari era in programmazione – nella sezione Panorama internazionale - al Petruzzelli, Road north (Verso nord) di Mika, con Vesa-Matti Loiri (‘Vesku’), Samuli Edelmann, Peter Franzén, Mary Perakonski. La storia di Timo, affermato pianista che improvvisamente si ritrova a fare i conti con il padre, ricomparso dopo 35 anni di assenza. Spiegando i motivi che lo avevano spinto ad abbandonare la famiglia e la sua terra, il padre lo convince ad accompagnarlo in un viaggio in macchina verso il nord del paese alla scoperta di un segreto a lungo taciuto. Durante lo spostamento, i due cominceranno ad aiutarsi a vicenda nel cercare di capire e risolvere i loro fallimenti.
Ed è stato proprio ‘Vesku’, 68 anni, a vincere il premio per il miglior attore, nella rassegna barese, riconoscimento importante per un attore, alquanto celebre in Finlandia, come multiforme e prolifico artista (anche musicista, cantante e commediante).
La quarta edizione del Bif&st-Bari International Film Festival (la quinta se si considera l’edizione pilota del 2009 denominata “Per il cinema italiano”) – posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – si è svolta dal 16 al 23 marzo 2013, promossa per la Regione Puglia – presieduta da Nichi Vendola – dall’Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo Silvia Godelli e organizzata dall’Apulia Film Commission, presieduta da Antonella Gaeta e diretta da Silvio Maselli, con la collaborazione dell’Università degli Studi di Bari. Ettore Scola è il presidente del Bif&st ideato e diretto da Felice Laudadio.

Image

‘Road north” inaugura a Roma l’11 aprile la 2° edizione del festival del cinema nordico, il Nordic Film Fest, in programma alla Casa del Cinema fino al 14 aprile.

Da Bari a Lecce

Il BiFest di Bari passa il testimone dei festival di cinema pugliesi a Lecce, ove la 14a edizione del Festival del Cinema Europeo – diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano – è in programma dall’8 al 13 aprile presso il Cinema Multisala Massimo ed è stato presentato il 26 marzo a Roma.


Un Comitato dei Garanti, composto da Krzysztof Zanussi, Citto Maselli, Morando Morandini, Gianni Volpi, ha il compito di certificare la qualità e la validità culturale della manifestazione.

Image

A quattordici anni dalla nascita, il Festival del Cinema Europeo si conferma una manifestazione al passo con i tempi, che guarda ai grandi eventi culturali dell’Europa e del Mediterraneo e particolarmente attenta al dialogo interculturale. Festa della cultura europea e mediterranea, diffonde annualmente circa 100 film tra lungometraggi, corti e documentari provenienti da numerosi Paesi Europei, con un canale di dialogo privilegiato con i giovani artisti. La selezione delle opere proposte nelle varie sezioni mette in evidenza la presenza di registi di notevole talento, poco conosciuti al grande pubblico, ma assolutamente maturi da un punto di vista artistico e formale.
In questa XIV edizione, al regista finlandese Aki Kaurismäki è dedicata la sezione I Protagonisti del Cinema Europeo, mentre a Francesca Neri è dedicata quella I Protagonisti del Cinema Italiano.
Il tributo ad Aki spicca nella ricca programmazione del Festival leccese, in dettaglio sul sito .

ImageAutore di commedie umane che raccontano con sensibilità e ironia l’universo degli strati sociali più marginali, Aki Kaurismäki si è imposto all’attenzione mondiale sin dagli anni ‘80, divenendo ben presto uno dei punti di riferimento per la rinascita del cinema nordeuropeo nello scenario dei festival internazionali. Entrato di diritto nel novero dei maestri indiscussi del cinema mondiale grazie allo stile inconfondibile dei suoi film, Aki Kaurismäki unisce il rigore ideale del suo sguardo, dichiaratamente debitore della lezione di autori come Bresson e Ozu, alla capacità di narrare vicende di resistenza umana, calate in scenari socialmente degradati e costruite su personaggi stilizzati tra idealismo, ironia e disillusione.
In programma, ben 26 film a cura di Massimo Causo, una retrospettiva completa dei film del grande regista finlandese e a una mostra fotografica allestita presso il Castello Carlo V e aperta al pubblico ad ingresso libero. Inoltre, venerdì 12 aprile alle ore 11, ci sarà un incontro con l’autore a cura del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e, sabato 13 come Evento Speciale in chiusura dell’omaggio, la proiezione del film Centro Historico di Pedro Costa, Manoel de Oliveira, Victor Erice, Aki Kaurismäki.
Quest’anno il Festival del Cinema Europeo sarà raccontato da SalentoWebTv, la web tv ufficiale dell’edizione 2013.

(La Rondine - 5.4.2013)