long_banner9.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

Una App per mezzi pubblici, taxi e car sharing: a Helsinki non serve più l’auto

Le app per trovare la strada più veloce per arrivare in qualsiasi luogo, per cercare e pagare i mezzi pubblici o per usare un’auto del car sharing sono ormai di uso comune per moltissimi utenti di smartphone, anche nelle città italiane. Helsinki, ora, fa un’ulteriore passo avanti: la capitale finlandese è infatti la prima a integrare in un’unica app mappe, trasporti pubblici urbani, treni, taxi, car sharing e autonoleggio tradizionale, realizzando un vero esempio di mobilità integrata.
Lanciato in modalità test lo scorso ottobre per un numero limitato di utenti, il servizio Whim è stato realizzato dal Comune di Helsinki in collaborazione con l’Autorità regionale per i trasporti. Digitando una destinazione nell’app, si ricevono suggerimenti sul percorso ottimale per raggiungerla utilizzando un mix di sistemi di trasporto, con la possibilità di rielaborare la richiesta escludendo i mezzi che non si vogliono o non si possono utilizzare (ad esempio, il car sharing se non si ha la patente). E soprattutto, una volta selezionato il percorso preferito, Whim provvede automaticamente a pagare tutti i mezzi necessari: sui mezzi pubblici la stessa app avrà la funzione di biglietto.
Ogni utente, sulla base delle proprie esigenze di utilizzo del traporto pubblico e/o condiviso, può scegliere la modalità di pagamento preferita fra il “pay per use” (con addebito delle tariffe per i vari mezzi utilizzati) o un forfait mensile di 249 euro che offre accesso illimitato ai trasporti pubblici e 5.500 “punti Whim” per l’uso di taxi e car sharing, equivalenti a due giorni di noleggio di un’auto o otto corse di dieci chilometri in taxi. In base al test condotto in questi mesi sui primi 100 utenti, il pacchetto da 249 euro è sufficiente a coprire le necessità di trasporto della maggioranza degli utenti urbani. Ed è comunque più economico rispetto ai costi di proprietà e utilizzo di un’auto.
L’ambizione di Whim, oltre che di semplificare la vita agli attuali utenti dei mezzi pubblici, è infatti quella di offrire una reale alternativa all’auto privata, al punto da convincere molti abitanti di Helsinki a rinunciare a possederne una (lo slogan dell´iniziativa è "meglio che avere un´auto"). In futuro, con l’estensione a tutti i cittadini della possibilità di accedere al servizio, i responsabili di Whim assicurano che saranno disponibili anche altre opzioni, con pacchetti tariffari più contenuti o ancora più estesi (quindi con un numero maggiore di “punti Whim”) per soddisfare le esigenze del maggior numero possibile di utenti.
L’esperimento di Helsinki rappresenta un’esperienza importante alla quale guardano con interesse gli amministratori di molte grandi città europee e mondiali: in Italia, in particolare, il Comune e la Città metropolitana di Milano stanno lavorando da tempo a un progetto di mobilità integrata per molti aspetti simile a Whim, ma ancora non si hanno notizie sui possibili tempi di avvio di una fase sperimentale. (www.swzone.it, 23.12.16, Stefano Fossati)

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

NORDIC FILM FEST 2013 a Roma Stampa E-mail
di Gianfranco Nitti   
Indice articolo
NORDIC FILM FEST 2013 a Roma
Pagina 2

Image Road North

Una scorpacciata di film nordici nella primavera romana

Dopo il grande successo di pubblico, critica e stampa dell’anno scorso, Roma ospita da giovedì 11 a domenica 14 aprile presso la Casa del Cinema, la seconda edizione del NORDIC FILM FEST, la rassegna che racchiude e promuove la cinematografia di Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia.

Nel cinema dei Paesi Nordici, negli ultimi anni si è assistito all’emergere di una generazione di nuovi autori che hanno conquistato uno spazio significativo nel panorama della cinematografia mondiale. Una notevole varietà artistica che merita di essere conosciuta e approfondita dal pubblico italiano, obiettivo che è alla base del progetto del Nordic Film Fest.
Quattro giorni di proiezioni, anteprime, mostre, conferenze, incontri con attori, registi e produttori. Le proiezioni iniziano alle ore 15.00 per concludersi alle ore 24.00 e sono tutte ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Realizzato dalle Ambasciate di Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia, in collaborazione con l’Ambasciata di Islanda, con i Film Institute dei rispettivi paesi e con il sostegno e patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico del Comune di Roma, il Nordic Film Fest 2013 ospita nuovi film in anteprima, o inediti in Italia, e documentari in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Gli ospiti presenti a Roma
ImageMika Kaurismäki, finlandese,coltiva la passione per il cinema fin dai tempi dell'infanzia e la condivide con il fratello minore Aki.
La serata inaugurale del NFF 2013 si apre con la proiezione del suo ultimo film ROAD NORTH (Verso Nord), descrizione di un rapporto tra un padre e un figlio che si ritrovano dopo tanti anni e durante un viaggio verso il nord si aiutano a vicenda nel cercare di capire e risolvere i loro fallimenti.
Il film è stato presentato al Toronto International Film Festival 2012; quest’anno a marzo, al BIF&ST di Bari, il protagonista Vesa-Matti Loiri ha ricevuto il premio Panorama Internazionale come miglior attore.
Kaurismäki, oltre ad introdurre il suo film nella serata inaugurale del NFF 2013 giovedì 11 alle ore 18.30 (proiezione ad inviti) e alle 21.30 (proiezione aperta al pubblico), sarà presente anche sabato 13 alle ore 15.00 alla proiezione in omaggio a Greta Garbo e presenterà il suo nuovo progetto cinematografico THE GIRL KING con la protagonista del film, l’attrice svedese Malin Buska.

Il regista svedese Marcus Lindeen sarà presente giovedì 11 alle ore 17.00 alla proiezione del suo docu-film REGRETTERS, storia di rimorsi e rimpianti. Orlando e Mikael sono nati uomini, hanno cambiato sesso e ora vorrebbero non averlo mai fatto. Seduti l'uno di fronte all'altro, si raccontano le proprie vite, fatte di crisi, scelte, difficoltà e soprattutto errori.
Il film ha ricevuto il Premio Prix Europa per il miglior documentario televisivo europeo a Berlino e l'Oscar svedese (Guldbagge) per il miglior documentario nel 2011.

ImageL’attrice Malin Buska, nominata “Rising Star” allo Stockholm International Film Festival 2011 per il suo debutto, venerdì 12 alle ore 20.00 introdurrà il film HAPPY END assieme a Madeleine Ekman, produttrice e amministratore delegato per la compagnia danese Zentropa in Svezia.
Il film prodotto dalla Ekman e che vede Malin Buska nel ruolo di protagonista, racconta la storia di cinque persone legate l’una con l’altra da una relazione importante, vivendo in un mondo di ombre, bugie e falsità, mentre aspettano solo che la verità venga fuori, per poter continuare la propria vita in un’altra direzione.
Buska sarà presente anche sabato alla proiezione omaggio a Greta Garbo, per parlare del progetto del nuovo film THE GIRL KING del regista finlandese Mika Kaurismäki su Cristina di Svezia in cui Buska sarà protagonista nel ruolo che fu de “la Divina” nella pellicola del 1933.
A rappresentare la Norvegia ci sarà il regista Petter Næss che sabato 13 alle ore 20.00 introdurrà il suo film INTO THE WHITE, pellicola contro la guerra che ha richiamato l’attenzione della stampa internazionale essendo il primo film dopo Harry Potter della star Rupert Grint.
Il film tratta delle improbabili ma non impossibili “amicizie” a cui sono costretti, per sopravvivere, i piloti tedeschi e inglesi, che durante l’ultima guerra si ritrovano sulle montagne norvegesi in pieno inverno. Dal suo debutto cinematografico nel 1999, Naess si è affermato come uno dei registi più importanti della Norvegia e ha diretto numerosi film, molti dei quali sono stati premiati sia in Norvegia che all'estero, tra questi la pellicola “Elling” che è stato nominato all'Oscar come migliore film straniero nel 2002.
Sempre per la Norvegia ad introdurre i film HEADHUNTERS, sabato 13 alle ore 22.00, e TROLLHUNTER, che chiuderà la rassegna domenica 14 alle ore 22.00, ci sarà Jan Erik Holst che rappresenta il Norsk Filminstitutt (Istituto Cinematografico Norvegese).
Sabato 13 alle ore 17, ad introdurre il film MANGIARE DORMIRE MORIRE, ci sarà la produttrice svedese China Åhlander. Attiva in ogni processo di produzione cinematografica dal 1985, sopratutto come location manager, production manager e assistente alla regia per lungometraggi internazionali e svedesi, China Åhlander presenta al Nordic Film Fest il suo primo lungometraggio come produttrice.
Per l’Islanda, domenica 14 alle ore 15.00, ad introdurre il suo film MAMMA GO’GO’, sarà presente Fridrik Thor Friðriksson, uno dei maggiori registi cinematografici islandesi. Il suo "Children of Nature" è stato candidato agli Oscar come migliore film straniero nel 1992. Il film, basato sul percorso personale del regista di fronte alla scomparsa della madre per il morbo di Alzhaimer, è stato presentato ai festival di tutto il mondo dove ha riscosso grande apprezzamento.

Evento speciale: OLOF PALME
Venerdì 12 aprile alle ore 17, con la proiezione del docu-film PALME, verrà ricordata la figura di Olof Palme, il primo ministro svedese ucciso a colpi di pistola nel 1986 nel centro di Stoccolma. L’attentato, che cambiò per sempre la Svezia, resta uno dei più grandi misteri della storia criminale contemporanea e una squadra di polizia nazionale sta ancora indagando sull’omicidio. Per la prima volta, la vedova e i tre figli dell'ex capo del governo hanno accettato di essere intervistati e di condividere fotografie e film privati.
Alla presentazione della pellicola, insieme alla regista svedese del film Kristina Lindström e il giornalista e scrittore Aldo Garzia, autore del libro “Olof Palme, vita e assassinio di un socialista europeo”, interverrà l’On. Walter Veltroni che negli anni ’80 incontrò lo statista svedese scomparso.


 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Spazio Sámi  al Nordic Film Fest di Roma

Image

La Lapponia al cinema

La sesta edizione del Nordic Film Fest, NFF, appena conclusasi a Roma presso la casa del Cinema (vedi il nostro servizio sulla Rondine ) ha avuto, e questa è una interessante novità rispetto alle precedenti edizioni, uno spazio speciale riservato alla cinematografia dei paesi nordici avente come tematica  storie e soggetti legati al popolo Sámi, comunemente chiamato da noi ‘lappone’, ovvero ai membri della comunità indigena lappone che si estende a nord dei paesi nordici e, in minima parte, anche in Russia.

Questa sezione speciale, denominata ‘Spazio Sámi’  è stata ideata con lo scopo di celebrare il centenario del primo Congresso Nazionale dei Sámi,  avvenuto il 6 febbraio del 1917 a Trondheim in Norvegia, dove si riunirono per la prima volta i Sámi provenienti dalla Finlandia, Norvegia e Svezia. Inoltre, lo stesso logo del NFF di quest’anno ha richiamato i colori della bandiera Sámi.

Image Pathfinder

Le pellicole presentate comprendevano il classico finlandese del 1952 del regista Erik Blomberg,  Valkoinen peura (La renna bianca) che ha inaugurato il 4 maggio il NFF; Kuun metsän Kaisa (La foresta incantata di Kaisa), 2016, Finlandia, della regista Katja Gauriloff; Pathfinder (Veiviseren), 1987, Norvegia, del regista Nils Gaup; Northern Great Mountain (StoerreVaerie), Svezia, 2015, della regista Amanda Kernell e della stessa regista Sámi Blood (Sameblod – 2016); Sami Boy (Sámi Bojá), 2015, Norvegia, diretto da Elle Sofe Henriksen. (Gianfranco Nitti)

 

 

Pubblicità

 

Eventi