bann_case2.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

Una App per mezzi pubblici, taxi e car sharing: a Helsinki non serve più l’auto

Le app per trovare la strada più veloce per arrivare in qualsiasi luogo, per cercare e pagare i mezzi pubblici o per usare un’auto del car sharing sono ormai di uso comune per moltissimi utenti di smartphone, anche nelle città italiane. Helsinki, ora, fa un’ulteriore passo avanti: la capitale finlandese è infatti la prima a integrare in un’unica app mappe, trasporti pubblici urbani, treni, taxi, car sharing e autonoleggio tradizionale, realizzando un vero esempio di mobilità integrata.
Lanciato in modalità test lo scorso ottobre per un numero limitato di utenti, il servizio Whim è stato realizzato dal Comune di Helsinki in collaborazione con l’Autorità regionale per i trasporti. Digitando una destinazione nell’app, si ricevono suggerimenti sul percorso ottimale per raggiungerla utilizzando un mix di sistemi di trasporto, con la possibilità di rielaborare la richiesta escludendo i mezzi che non si vogliono o non si possono utilizzare (ad esempio, il car sharing se non si ha la patente). E soprattutto, una volta selezionato il percorso preferito, Whim provvede automaticamente a pagare tutti i mezzi necessari: sui mezzi pubblici la stessa app avrà la funzione di biglietto.
Ogni utente, sulla base delle proprie esigenze di utilizzo del traporto pubblico e/o condiviso, può scegliere la modalità di pagamento preferita fra il “pay per use” (con addebito delle tariffe per i vari mezzi utilizzati) o un forfait mensile di 249 euro che offre accesso illimitato ai trasporti pubblici e 5.500 “punti Whim” per l’uso di taxi e car sharing, equivalenti a due giorni di noleggio di un’auto o otto corse di dieci chilometri in taxi. In base al test condotto in questi mesi sui primi 100 utenti, il pacchetto da 249 euro è sufficiente a coprire le necessità di trasporto della maggioranza degli utenti urbani. Ed è comunque più economico rispetto ai costi di proprietà e utilizzo di un’auto.
L’ambizione di Whim, oltre che di semplificare la vita agli attuali utenti dei mezzi pubblici, è infatti quella di offrire una reale alternativa all’auto privata, al punto da convincere molti abitanti di Helsinki a rinunciare a possederne una (lo slogan dell´iniziativa è "meglio che avere un´auto"). In futuro, con l’estensione a tutti i cittadini della possibilità di accedere al servizio, i responsabili di Whim assicurano che saranno disponibili anche altre opzioni, con pacchetti tariffari più contenuti o ancora più estesi (quindi con un numero maggiore di “punti Whim”) per soddisfare le esigenze del maggior numero possibile di utenti.
L’esperimento di Helsinki rappresenta un’esperienza importante alla quale guardano con interesse gli amministratori di molte grandi città europee e mondiali: in Italia, in particolare, il Comune e la Città metropolitana di Milano stanno lavorando da tempo a un progetto di mobilità integrata per molti aspetti simile a Whim, ma ancora non si hanno notizie sui possibili tempi di avvio di una fase sperimentale. (www.swzone.it, 23.12.16, Stefano Fossati)

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

Dai confini dell'impero 48 Stampa E-mail
di Luigi G. de Anna   
Indice articolo
Dai confini dell'impero 48
Pagina 2
Pagina 3

Image La Suomen Joutsen

Stefano Benazzo porta l’Amerigo Vespucci a Turku

A volte si rischia di fare delle gaffe. Pensavo che alla mia non più tenera età non corressi più il rischio, avendo già bbastanza imparato. Ma le sorprese non finiscono mai. Qualche giorno fa ricevo un invito da Marcello Matera, direttore dell’Istituto italiano di cultura di Helsinki. Si tratta dell’inaugurazione della mostra Merestä ja kohtalosta. Tuuleen vanavedessä (Del mare e del destino. Portati dal vento) del fotografo e artista figurativo Stefano Benazzo, organizzata appunto dall’IIC, dall’Ambasciata d’Italia e dal museo Forum Marinum di Turku.

Prometto di andare, anche se da tempo non frequento più i vernissage, soprattutto da quando i tagli ai bilanci hanno fatto scomparire i buffet. Un paio di giorni dopo aver ricevuto l’invito, trovo una mail firmata da Stefano Benazzo, che con grande gentilezza mi saluta. Ha infatti saputo dal generale Giorgio Blais che in Finlandia vive un Alpino, che poi è il sottoscritto (a dire il vero siamo in due, l’altro è il “vecio” Renzo Porceddu). Blais e Benazzo si sono incontrati alla recente adunata annuale degli Alpini, che si è tenuta questa primavera ad Asti. Due parole su Giorgio Blais, che mi onora della sua amicizia, e in questo caso non è una frase di prammatica, perché essere amici di una persona come Blais è veramente un onore. Generale di Divisione degli Alpini, ha svolto una intensa attività nella ex Iugoslavia incaricato di varie missioni (ha passato nove anni nei Balcani). Ci incontrammo a Helsinki nel 1992. Blais faceva parte della Commissione internazionale per i negoziati per la sicurezza in Europa. Quella sessione si teneva appunto in Finlandia. Che cosa fa un Alpino quando va in un Paese dove non ha già delle conoscenze? Cerca un altro Alpino, ed è così che entrammo in contatto.

Image

Un’amicizia continuata per anni. Blais, fine saggista (collaborò per anni al Giornale di Indro Montanelli su temi di politica estera) , è voluto diventare,più per solidarietà che per dislocazione geografica, membro della Sezione Nordica dell’A.N.A., gli Alpini in congedo (mi raccomando, non si dica “ex Alpini”, perché come afferma Ido Poloni, il presidente emerito della Nordica, si è o Alpini o non Alpini). Giorgio Blais, andato in pensione, non ha appeso gli scarponi a un chiodo, anzi, li ha fatti risuolare e, alla bella età di 65 anni, è partito per un viaggio a piedi di 1700 chilometri, che, in 50 giorni, lo ha portato a percorrere l’intero arco degli Appennini, in pratica buona parte dell’Italia, come messaggio di amicizia e di solidarietà.
Bene, Stefano Benazzo mi porta per mail i saluti di Blais. Benazzo è stato Alpino prima al corso ufficiali di Aosta, e poi all’Aquila, nella Brigata Julia, una delle più gloriose dell’esercito italiano. Io rispondo dandogli del “tu”, come si fa tra chi ha spartito l’esperienza della naja in montagna, e aggiungo alcune frivolezze.
Venerdì 20 maggio l’inaugurazione. Ben lieto di incontrarlo, salgo sulla splendida nave Suomen Joutsen, il bianco veliero ormeggiato come museo alla riva del fiume Aura (che peccato che da molti anni per ragioni di spesa non navighi più), scendo nella sala dove si terranno i discorsi. Non molte persone, alcuni rappresentanti della vita culturale cittadina, della Dante Alighieri, il sindaco, alcuni ufficiali di marina finlandesi e, naturalmente il dott. Matera, accompagnato dalla moglie e dai funzionari dell’Istituto.

C’è anche Gabriele Altana, nuovo ambasciatore d’Italia, che terrà il discorso di saluto in un perfetto inglese. Ma non riesco a distinguere Benazzo. Naturalmente, essendo fotografo, me lo sono immaginato come un reporter che gira il mondo (infatti ha scattato foto in tanti paesi, spostandosi tra Namibia, Malvinas, Patagonia e New Georgia, ai margini dell’Antartide), magari un po’ burbero, con una lunga barba brizzolata, una sahariana che ha vissuto tempi migliori, e la pelle del viso screpolata dai Roaring Twenties. Ma questo fotografo non lo vedo. Possibile che non sia venuto? Chiedo a Matera di indicarmi se Benazzo c’è, e il Direttore mi indirizza verso un distinto signore vestito di un abito dal taglio perfetto, alto, molto charmant, che parla, anche lui, in un perfetto inglese.

ImageDal discorso di apertura del nostro Ambasciatore capisco che Stefano Benazzo è un ambasciatore (vedrò poi in internet che è di alto rango, avendo occupato incarichi prestigiosi, tra cui quello di Consigliere diplomatico del Presidente della repubblica). E qui nasce il mio vivo timore di aver fatto una gaffe a scrivergli con tanta immediatezza. Per quasi mezzo secolo mi sono rivolto agli ambasciatori con un “Eccellenza illustrissima”, e non avrei mai potuto dare del “tu” agli ambasciatori che ho incontrato in questi lunghi anni. Ma Stefano Benazzo taglia corto alle mie scuse e riprende con un “tu” che devo accettare, essendo, lui, mio superiore in grado alpino.
E’ ora il suo turno di esporre il tema della mostra. Un tema che appare chiaramente dalla scelta delle foto: dedicate ovviamente al Mare, ma essenzialmente a quanto ci sta sopra, cioè le navi, a cominciare dalla più bella della nostra Marina, l’Amerigo Vespucci, per finire (ed è la foto di maggior formato) con dei barconi arenati a Lampedusa dopo aver portato nell’isola un gruppo di migranti. Simbolo di un Mediterraneo tornato ad essere nodo cruciale della storia europea.

Image


 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

ROMA - Villa Lante al Gianicolo
Giovedì 4 maggio

Image

Musiche di Francesco Paolo Tosti

Giovedì 4 maggio, alle ore 20, a Villa Lante al Gianicolo, omaggio a Francesco Paolo Tosti (1846-1916) con tre artisti “ambasciatori tostiani” a livello internazionale, raffinati interpreti del genere musicale della romanza da salotto e membri dell’Istituto Nazionale Tostiano di Ortona: il soprano Donata D'Annunzio Lombardi, riconosciuta come una delle principali interpreti pucciniane, Leonardo Caimi, tenore apprezzato nei teatri di tutto il mondo, Isabella Crisante, affermata pianista e consulente artistico dell’Istituto Tostiano.
Il concerto è preceduto, alle ore 18, da una presentazione multimediale ed esposizione di materiali provenienti dal museo dell’Istituto Tostiano, a cura di Gianfranco Miscia, responsabile del museo e della biblioteca dell’Istituto stesso.

Image

info: 328.6294500
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

Pubblicità

 

Eventi