bann_case1.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

Una App per mezzi pubblici, taxi e car sharing: a Helsinki non serve più l’auto

Le app per trovare la strada più veloce per arrivare in qualsiasi luogo, per cercare e pagare i mezzi pubblici o per usare un’auto del car sharing sono ormai di uso comune per moltissimi utenti di smartphone, anche nelle città italiane. Helsinki, ora, fa un’ulteriore passo avanti: la capitale finlandese è infatti la prima a integrare in un’unica app mappe, trasporti pubblici urbani, treni, taxi, car sharing e autonoleggio tradizionale, realizzando un vero esempio di mobilità integrata.
Lanciato in modalità test lo scorso ottobre per un numero limitato di utenti, il servizio Whim è stato realizzato dal Comune di Helsinki in collaborazione con l’Autorità regionale per i trasporti. Digitando una destinazione nell’app, si ricevono suggerimenti sul percorso ottimale per raggiungerla utilizzando un mix di sistemi di trasporto, con la possibilità di rielaborare la richiesta escludendo i mezzi che non si vogliono o non si possono utilizzare (ad esempio, il car sharing se non si ha la patente). E soprattutto, una volta selezionato il percorso preferito, Whim provvede automaticamente a pagare tutti i mezzi necessari: sui mezzi pubblici la stessa app avrà la funzione di biglietto.
Ogni utente, sulla base delle proprie esigenze di utilizzo del traporto pubblico e/o condiviso, può scegliere la modalità di pagamento preferita fra il “pay per use” (con addebito delle tariffe per i vari mezzi utilizzati) o un forfait mensile di 249 euro che offre accesso illimitato ai trasporti pubblici e 5.500 “punti Whim” per l’uso di taxi e car sharing, equivalenti a due giorni di noleggio di un’auto o otto corse di dieci chilometri in taxi. In base al test condotto in questi mesi sui primi 100 utenti, il pacchetto da 249 euro è sufficiente a coprire le necessità di trasporto della maggioranza degli utenti urbani. Ed è comunque più economico rispetto ai costi di proprietà e utilizzo di un’auto.
L’ambizione di Whim, oltre che di semplificare la vita agli attuali utenti dei mezzi pubblici, è infatti quella di offrire una reale alternativa all’auto privata, al punto da convincere molti abitanti di Helsinki a rinunciare a possederne una (lo slogan dell´iniziativa è "meglio che avere un´auto"). In futuro, con l’estensione a tutti i cittadini della possibilità di accedere al servizio, i responsabili di Whim assicurano che saranno disponibili anche altre opzioni, con pacchetti tariffari più contenuti o ancora più estesi (quindi con un numero maggiore di “punti Whim”) per soddisfare le esigenze del maggior numero possibile di utenti.
L’esperimento di Helsinki rappresenta un’esperienza importante alla quale guardano con interesse gli amministratori di molte grandi città europee e mondiali: in Italia, in particolare, il Comune e la Città metropolitana di Milano stanno lavorando da tempo a un progetto di mobilità integrata per molti aspetti simile a Whim, ma ancora non si hanno notizie sui possibili tempi di avvio di una fase sperimentale. (www.swzone.it, 23.12.16, Stefano Fossati)

 
"Settentrione" 2015: una rivista di cultura, lingua e storia Stampa E-mail
di Paula Viljanen-Belkasseh   
Indice articolo
"Settentrione" 2015: una rivista di cultura, lingua e storia
Pagina 2
Pagina 3

Image

Ventisette anni di studi su Italia e Finlandia e oltre

Con il solito, tradizionale lieve ritardo, è uscito il numero del 2015 di Settentrione. La rivista da 27 anni si occupa di studi italo-finlandesi, come indica il suo sottotitolo, ma in realtà col tempo ha ampliato i propri orizzonti ben oltre la Finlandia e l’Italia e quest’ultimo numero ne è l’esempio evidente.

Il volume di quasi 150 pagine, edito dalla Società finlandese di lingua e cultura italiana, gestito dal Dipartimento di italiano dell’università di Turku e in parte finanziato dall’IIC di Helsinki, è quest’anno dedicato alla memoria di Ilkka Välimäki, professore emerito di medicina prenatale, già presidente del Comitato di Turku della Dante Alighieri e grande amico dell’Italia, scomparso nel dicembre del 2014. Il ricordo di Ilkka Välimäki è doveroso, perché forse non c’era attività legata all’Italia a Turku della quale non fosse parte.

ImageQuesto numero si apre con Stefano Andres: Pentesilea. Le vicende di un’amazzone dall’Antichità al Rinascimento. Andres, docente presso l’università di Pisa, è il più autorevole studioso di storia delle Amazzoni, il popolo di donne guerriere di cui molto parlano le fonti greco-latine dell’Antichità. Ad esse ha dedicato il fondamentale Le Amazzoni nell’immaginario occidentale. Il mito e la storia attraverso la letteratura, Edizioni ETS, Pisa 2001. Il mito amazzonico, nato appunto in epoca classica, verrà ereditato dal medioevo e, come dimostra Andres, poi dal Rinascimento. In particolare colpì la fantasia dell’uomo (inteso proprio come genere maschile) il personaggio di Pentesilea, una specie di “femminista domata”. Il saggio, corredato da ricchissime note e bibliografia, è particolarmente utile per chi studi Boccaccio, essendo Pentesilea un personaggio rilevante nel suo De claris mulieribus.
Gabriele Federici continua la sua analisi dedicata a un viaggiatore piemontese poco conosciuto, Giacomo Carelli (1810-1878) (La Svezia di Giacomo Carelli: l’epilogo dell’esperienza odeporica scandinava del nobile piemontese), un tema che aveva trattato su Settentrione nel numero del 2009 in relazione alla Lapponia e del 2014 in merito alla Norvegia. Ora Federici pubblica la parte, sempre inedita, del manoscritto riguardante il viaggio da Haaparanta a Stoccolma. Il testo di Carelli, rispetto a quello di altri scrittori ad Septentrionem, ha il vantaggio di essere “genuino” e cioè non fu pensato per il pubblico, ed è piuttosto un diario personale, che quindi non deve tenere presenti le esigenze del lettore e dei suoi gusti in merito alla letteratura odeporica. Le sue osservazioni sono soprattutto rivolte al quotidiano (“In Stoccolma non vi sono tavole rotonde, né pranzi a prezzi fissi; quindi non c’è altro mezzo per pranzare che alla carta”, pag. 37) e forse proprio per questo più interessanti per il lettore moderno.


 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

ROMA - Villa Lante al Gianicolo
Giovedì 4 maggio

Image

Musiche di Francesco Paolo Tosti

Giovedì 4 maggio, alle ore 20, a Villa Lante al Gianicolo, omaggio a Francesco Paolo Tosti (1846-1916) con tre artisti “ambasciatori tostiani” a livello internazionale, raffinati interpreti del genere musicale della romanza da salotto e membri dell’Istituto Nazionale Tostiano di Ortona: il soprano Donata D'Annunzio Lombardi, riconosciuta come una delle principali interpreti pucciniane, Leonardo Caimi, tenore apprezzato nei teatri di tutto il mondo, Isabella Crisante, affermata pianista e consulente artistico dell’Istituto Tostiano.
Il concerto è preceduto, alle ore 18, da una presentazione multimediale ed esposizione di materiali provenienti dal museo dell’Istituto Tostiano, a cura di Gianfranco Miscia, responsabile del museo e della biblioteca dell’Istituto stesso.

Image

info: 328.6294500
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

Pubblicità

 

Eventi

Università di Napoli - L'Orientale

12 maggio, ore 12.30 -14

Image

Markku Kaskela e il centenario della Finlandia


Lo scrittore e poeta finlandese terrà una conferenza su “Finlandia: 100 anni dall’indipendenza”.

Partecipano all'incontro la prof.ssa Pirjo Nummenaho e la dott.ssa Riikka Lindholm.

Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati

Palazzo Santa Maria Porta Coeli, via Duomo 219

Primo piano, aula 116.