snow_man_1.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

2018 anno europeo del patrimonio culturale

Il 2018, dichiarato Anno europeo del patrimonio culturale, sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale.
L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.
Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono:
- promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale
- evidenziare il contributo economico offerto dal patrimonio culturale ai settori culturale e creativo, compreso per le piccole e medie imprese, e allo sviluppo locale e regionale
- sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell'UE, inclusa la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione postbellica e la ricostruzione del patrimonio culturale distrutto
L'Anno europeo potrà contare su una dotazione finanziaria dedicata pari a 8 milioni di EUR, 4 saranno erogati dal programma Europa Creativa e gli altri 4 da altri programmi UE quali Erasmus Plus, Horizon 2020 ed Europa dei Cittadini che parteciperanno con bandi dedicati.
Gli Stati membri nomineranno dei coordinatori nazionali per promuovere le iniziative dirette nel proprio paese e raccordarsi con quelle “bandiera” promosse dalla Commissione. Rappresentanti del Parlamento europeo potranno partecipare in qualità di osservatori alle riunioni dei coordinatori nazionali organizzate dalla Commissione per lo svolgimento dell'Anno europeo.
Il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale sarà presentato al Forum della Cultura in programma a dicembre 2017 a Milano.
La Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, il 20 maggio scorso. (G. Nitti)

Testo cliccando qui

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

Il cacciatore di aurore boreali Stampa E-mail
di Franco Figàri   
Indice articolo
Il cacciatore di aurore boreali
Pagina 2

Image

Scherzi della natura: fotografare l'impossibile tra i ghiacci della Lapponia

Come fotografo paesaggista ho da sempre ritenuto che la Natura, maestra di Pittura e di Scultura sia un'artista capace di creare straordinarie opere d'arte. Ma come ogni artista che si rispetti è capricciosa e volubile: quello che ha modellato può in brevissimo tempo distruggere. Ecco la conferma di quanto detto!

Come ogni anno tra febbraio e marzo avevo programmato il mio viaggio al Circolo Polare Artico nella Lapponia finlandese. La meta è il territorio di Posio e Kuusamo per me rinomato non per il centro sciistico di Ruka ma per le bellezze naturali del Parco nazionale di Oulanka e di Riisitunturi.

ImageProprio sui rilievi collinari di Riisitunturi che dominano dall'alto il grande lago di Kitka ogni inverno si ripete il fenomeno che i finlandesi chiamano tykky, ovvero una galaverna di proporzioni che non si possono immaginare. Le condizioni climatiche, l'esposizione ai venti artici e la presenza di una foresta formata in gran parte da abeti hanno creato un microclima particolare per cui le grandi nevicate invernali rivestono all'inverosimile gli alberi trasformando il paesaggio in un mondo irreale e magico.

Image

Gli alberi non sembrano più alberi ma mostri di un altro pianeta, dinosauri, draghi, un esercito di creature mitologiche bloccati in una morsa di ghiaccio. Camminare con le racchette da neve in mezzo a questi esseri immobili e silenziosi muove in me un'emozione che rimane immutata nonostante gli anni.
Ho fotografato il tykky di Riisitunturi con il sole, la neve, la nebbia, all'alba, al tramonto, di notte con la luna, il bello e il brutto tempo ma non sono mai riuscito a essere lassù con l'aurora boreale. Ho avuto la fortuna di fotografare l'aurora boreale in inverno sulle rive dei laghi ghiacciati, in autunno riflessa nelle acque dei laghi non ancora ghiacciati, nella vegetazione arbustiva della tundra, in riva al mare, ma mai con la cornice magica del tykky.

Image La baita sotto la neve

Quest'anno sembrava la volta buona: dopo settimane di cielo coperto non solo le previsioni meteo davano bel tempo e quindi notti limpide ma anche i vari siti da me confrontati sulle previsioni dell'aurora confermavano un'attività di forza 5 per più di una notte.
Come al solito l'intento era di pernottare nella piccola baita raggiungibile a piedi nel cuore del Parco nazionale. Con lo zaino fotografico sulle spalle e tutto l'occorrente per il bivacco (sacco a pelo, materassino, cibo, candele, fiammiferi per il fuoco etc) ben legato in una slitta ho iniziato di primo mattino la mia camminata con le racchette da neve nella foresta di ghiaccio.

Tutto sembrava procedere per il meglio: il tykky, il bel tempo, l'aurora boreale prevista per la notte. Ma nel pomeriggio è successo l'imponderabile: si è alzato un vento forte e caldo che nello spazio di poche ore ha scrollato tonnellate di neve ghiacciata dagli alberi: la magia del tykky era sparita lasciandosi dietro una foresta di alberi spogli e spennacchiati. Non potevo credere ai miei occhi! Ho atteso la notte e tra le 22.00 e le 3 del mattino ho potuto assistere probabilmente all'aurora boreale più attiva che mi sia mai capitata: scherzi della natura!!

Image La baita con l'aurora boreale


 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Fantastica!

Image

A Tampere, in mostra i capolavori di Valentino

Alcune tra le più straordinarie creazioni viste in passerella, gli abiti di alta moda di Valentino, sono in mostra al Museo Milavida di Tampere, la capitale industriale della Finlandia. Intitolata Fantastica! Abiti di Valentino da collezioni private, è una mostra che rappresenta innanzi tutto una celebrazione dell’alta moda: sotto i riflettori vi sono non solo gli abiti di Valentino provenienti da collezioni private, ma anche il loro retroterra artigianale e la minuziosa esperienza di tessitori, sarti e ricamatori, che rendono ogni capo prezioso come un gioiello.
La raffinatezza e la cura dei dettagli fanno sì che Valentino venga definito “L’ultimo imperatore della moda”.
Ottima l’occasione, per i curiosi, per conoscere l’edificio storico che ospita la mostra, Il Castello di Näsi (Näsilinna) a Tampere, nel quartiere di Finlayson.
Il magnifico palazzo è stato costruito nel 1898 da Peter von Nottbeck, figlio di Wilhelm von Nottbeck, con progetto di Karl August Wrede, autore celebre per una serie di grandi edifici come la Biblioteca municipale di Turku. Il palazzo nel 1905 fu ceduto dagli eredi al comune di Tampere.
Danneggiato a più riprese durante la guerra civile, e poi durante la seconda guerra mondiale, l’edificio ha subito profondi restauri, tra il 2013 e il 2015, recuperando la sua originaria bellezza. Oggi Näsilinna, oltre al Museo, ospita anche un caffè e un ristorante.

Image

Valentino Garavani è uno degli stilisti più famosi, ha vestito il bel mondo internazionale, ed è talmente celebre da aver dato il suo nome a una varietà di rosso. Come grandi pittori del passato, da Carpaccio a Tiziano.

Mostra: Museo Milavida - Tampere

dal 15 giugno al 15 ottobre
http://museomilavida.fi/en/museum-milavida/

 

Pubblicità

 

Eventi