snow_man_1.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

2018 anno europeo del patrimonio culturale

Il 2018, dichiarato Anno europeo del patrimonio culturale, sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale.
L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.
Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono:
- promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale
- evidenziare il contributo economico offerto dal patrimonio culturale ai settori culturale e creativo, compreso per le piccole e medie imprese, e allo sviluppo locale e regionale
- sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell'UE, inclusa la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione postbellica e la ricostruzione del patrimonio culturale distrutto
L'Anno europeo potrà contare su una dotazione finanziaria dedicata pari a 8 milioni di EUR, 4 saranno erogati dal programma Europa Creativa e gli altri 4 da altri programmi UE quali Erasmus Plus, Horizon 2020 ed Europa dei Cittadini che parteciperanno con bandi dedicati.
Gli Stati membri nomineranno dei coordinatori nazionali per promuovere le iniziative dirette nel proprio paese e raccordarsi con quelle “bandiera” promosse dalla Commissione. Rappresentanti del Parlamento europeo potranno partecipare in qualità di osservatori alle riunioni dei coordinatori nazionali organizzate dalla Commissione per lo svolgimento dell'Anno europeo.
Il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale sarà presentato al Forum della Cultura in programma a dicembre 2017 a Milano.
La Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, il 20 maggio scorso. (G. Nitti)

Testo cliccando qui

 
La falange finnica Stampa E-mail
di Alessandro Buoni   

Image

Un frammento di (mala)sanità finlandese. La madre di tutte le guerre d'inverno

Un'amica sudamericana mi ha raccontato l'ultima performance del marito strafinnico.
Lei era a letto mentre il caro maritino finlandese, manco a dirlo mago del fai da te, stava installando in soggiorno un acquario.
Ad un certo punto lui entra in camera da letto con il dito fasciato e con tono di voce pacato le dice: Vado all`ospedale. Mi sono tagliato.

La povera donna con apprensione latina si offre di accompagnarlo, ma lui il mago del fai da se, parte verso la struttura ospedaliera, sicuro di ricevere un trattamento coi fiocchi.
Probabilmente pensa tra sé e sé... per fortuna non sono nato in Africa, ma in Finlandia, altrimenti perderei il dito. Giunto all`ospedale più vicino fuori Turku gli dicono di andare in centro.
Senza battere ciglio sale in macchina e si dirige verso la città, pensando forse tra sé e sé... per fortuna non sono nato in SudAmerica, altrimenti potrei morire dissanguato.
Arrivato all`ospedale della grande Turku, ricordiamo l`antica capitale della Finlandia, lo invitano a recarsi in un altro ospedale.
Il Mannerheim del XXI secolo risale a cavallo, cioè in macchina, pensando forse tra sé e sé... per fortuna non sono in Russia altrimenti a quest`ora sarei già morto.
Finalmente giunge nel lazzaretto giusto. Dopo aver aspettato diligentemente il proprio turno al cospetto dell`infermiera apre il proprio fagotto e le consegna un pezzo di dito. Sangue a fiotti, ma lui fermo immobile come un cecchino durante la guerra d`inverno.
L`infermiera strafinnica prende il pezzo di falange e butta nel cassonetto dei rifiuti il pezzo di dito del malcapitato paziente dicendo con freddezza nordica "non ci possiamo far niente".

ImageIl paziente accetta un futuro senza falange con la stessa naturalezza con la quale non ci si lamenta della fettina di limone nell`acqua in un bar di infimo ordine.
Solo che a questo punto arriva lo specialista. Vedendo che manca un pezzo del paziente chiede educatamente all`infermiera dove sia finito.
Senza fare una piega il medico apre il cassonetto adibito alle falangi e discretamente recupera, lava e riattacca quel pezzo considerato inutile da paziente e infermiera.
Come sarà tornato a casa il nostro paziente? Chissà. Forse divorato dal rimorso per aver abusato dell`infallibile sanità finlandese? Intristito per non aver lui per primo gettato la falange nel pattume a casa e aver bloccato il sangue nella neve?

Chi lo sa. Di sicuro il suo pensiero prima di andare a dormire sarà andato allo specialista. Con gente così compassionevole a quest'ora saremmo sotto la Russia, avrà pensato. Non prima di finire di montare il suo acquario, ovviamente.

(La Rondine - 4.2.2012)

 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Fantastica!

Image

A Tampere, in mostra i capolavori di Valentino

Alcune tra le più straordinarie creazioni viste in passerella, gli abiti di alta moda di Valentino, sono in mostra al Museo Milavida di Tampere, la capitale industriale della Finlandia. Intitolata Fantastica! Abiti di Valentino da collezioni private, è una mostra che rappresenta innanzi tutto una celebrazione dell’alta moda: sotto i riflettori vi sono non solo gli abiti di Valentino provenienti da collezioni private, ma anche il loro retroterra artigianale e la minuziosa esperienza di tessitori, sarti e ricamatori, che rendono ogni capo prezioso come un gioiello.
La raffinatezza e la cura dei dettagli fanno sì che Valentino venga definito “L’ultimo imperatore della moda”.
Ottima l’occasione, per i curiosi, per conoscere l’edificio storico che ospita la mostra, Il Castello di Näsi (Näsilinna) a Tampere, nel quartiere di Finlayson.
Il magnifico palazzo è stato costruito nel 1898 da Peter von Nottbeck, figlio di Wilhelm von Nottbeck, con progetto di Karl August Wrede, autore celebre per una serie di grandi edifici come la Biblioteca municipale di Turku. Il palazzo nel 1905 fu ceduto dagli eredi al comune di Tampere.
Danneggiato a più riprese durante la guerra civile, e poi durante la seconda guerra mondiale, l’edificio ha subito profondi restauri, tra il 2013 e il 2015, recuperando la sua originaria bellezza. Oggi Näsilinna, oltre al Museo, ospita anche un caffè e un ristorante.

Image

Valentino Garavani è uno degli stilisti più famosi, ha vestito il bel mondo internazionale, ed è talmente celebre da aver dato il suo nome a una varietà di rosso. Come grandi pittori del passato, da Carpaccio a Tiziano.

Mostra: Museo Milavida - Tampere

dal 15 giugno al 15 ottobre
http://museomilavida.fi/en/museum-milavida/

 

Pubblicità

 

Eventi