long_banner9.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

2018 anno europeo del patrimonio culturale

Il 2018, dichiarato Anno europeo del patrimonio culturale, sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale.
L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.
Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono:
- promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale
- evidenziare il contributo economico offerto dal patrimonio culturale ai settori culturale e creativo, compreso per le piccole e medie imprese, e allo sviluppo locale e regionale
- sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell'UE, inclusa la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione postbellica e la ricostruzione del patrimonio culturale distrutto
L'Anno europeo potrà contare su una dotazione finanziaria dedicata pari a 8 milioni di EUR, 4 saranno erogati dal programma Europa Creativa e gli altri 4 da altri programmi UE quali Erasmus Plus, Horizon 2020 ed Europa dei Cittadini che parteciperanno con bandi dedicati.
Gli Stati membri nomineranno dei coordinatori nazionali per promuovere le iniziative dirette nel proprio paese e raccordarsi con quelle “bandiera” promosse dalla Commissione. Rappresentanti del Parlamento europeo potranno partecipare in qualità di osservatori alle riunioni dei coordinatori nazionali organizzate dalla Commissione per lo svolgimento dell'Anno europeo.
Il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale sarà presentato al Forum della Cultura in programma a dicembre 2017 a Milano.
La Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, il 20 maggio scorso. (G. Nitti)

Testo cliccando qui

 
Da "La nave va" a "La nave là..." Stampa E-mail
di Alessandro Buoni   
Indice articolo
Da "La nave va" a "La nave là..."
Pagina 2

Image

Consigli dalla Finlandia su come evitare gli scogli vaganti

Il capitano della Concordia, la nave della compagnia Costa finita contro gli scogli dell'isola del Giglio, sembra riassumere i difetti della peggiore italianità. Il commento di Massimo Gramellini su La Stampa a proposito di questa tragedia mi trova molto d’accordo. “Uno che compie delle sciocchezze per il puro gusto della bravata e poi cerca di nasconderle ripetendo come un mantra «tutto bene, nessun problema» persino quando la nave sta affondando, tranne essere magari il primo a scappare, lasciando a mollo coloro che si erano fidati di lui.”

 

 

 

Mi trovo meno d’accordo sulla conclusione “Mi guardo attorno, e un po’ anche allo specchio, e ogni tanto lo vedo. Parafrasando Giorgio Gaber, non mi preoccupa lo Schettino in sé, mi preoccupa lo Schettino in me.” Mi verrebbe da dire, parafrasando Nanni Moretti, voi vi siete ingrammelliti e io sono uno splendido 34enne.
Ora il comandante è agli arresti (domiciliari). Qualcuno potrebbe dire che anche chi ha promosso comandante un idiota del genere dovrebbe stare pure lui sotto custodia. Difficile dar torto a questa sollecitazione, purché non si ponga la questione in termini di meritocrazia.
Per me meritocrazia è una parola vuota se la riduciamo a pura competenza tecnica. Se la estendiamo invece ad altri valori posso essere d’accordo.
I valori ai quali mi riferisco sono il disprezzo nei confronti del tipo brillante, loquace, affabulatore, sbruffone, intrattenitore-barzellettiere e tombeur de femmes, in una parola il pronvincial-cafone.
Se professionalità vuol dire ammirazione invece per il tipo sobrio, educatamente snob, diremmo borghese, beh allora in galera dovremmo metterci un bel po’ di italiani. Non tutti però!
Anche il cuore del Giglio rientra purtroppo in questo schema. Alla bravata di Capitan Minchione la comunità del Giglio si è prodigata nell’aiutare i naufraghi. Beati quei paesi popolati da stronzi senza naufraghi. Ogni riferimento alla Finlandia non è casuale.
In questo quadro un fatto positivo c’è. Manca un bell’articolo radical-chic contro le crociere.
In altri tempi sarebbe stata una ghiotta occasione per perdere 500 mila voti. Per fortuna i tempi delle vacanze intelligenti sono finiti e i professionisti del settore c’hanno risparmiato lo strazio, ma non si sa mai.
E i numeri sui dispersi? 16 per i giornali. 40 per la Prefettura. Chi offre di più?

Image

Dopo un passato volto alla denigrazione di certi modelli culturali, ora voglio essere propositivo e venire incontro alle esigenze di occupazione, ambiente e anche verso quelle forme di turismo, tipo la crociera, diciamo così “lontane dalla mia sensibilità culturale”.
E’ facile fare l’hippy e dire basta crociere, basta macchine, basta carne…e i posti di lavoro?
In Finlandia esiste la fantomatica trombonave. Il servizio è elargito da due compagnie Viking e Silja Line. Nel caso della tratta Turku-Stoccolma o Helsinki-Stoccolma esiste la possibilità di fare andata e ritorno stando sulla nave tutto il tempo. La nave diventa una sorta di maialificio galleggiante dove i passeggeri passano il tempo in discoteca e al duty-free per acquistare quantità immonde di alcol.


 
< Prec.   Pros. >

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Fantastica!

Image

A Tampere, in mostra i capolavori di Valentino

Alcune tra le più straordinarie creazioni viste in passerella, gli abiti di alta moda di Valentino, sono in mostra al Museo Milavida di Tampere, la capitale industriale della Finlandia. Intitolata Fantastica! Abiti di Valentino da collezioni private, è una mostra che rappresenta innanzi tutto una celebrazione dell’alta moda: sotto i riflettori vi sono non solo gli abiti di Valentino provenienti da collezioni private, ma anche il loro retroterra artigianale e la minuziosa esperienza di tessitori, sarti e ricamatori, che rendono ogni capo prezioso come un gioiello.
La raffinatezza e la cura dei dettagli fanno sì che Valentino venga definito “L’ultimo imperatore della moda”.
Ottima l’occasione, per i curiosi, per conoscere l’edificio storico che ospita la mostra, Il Castello di Näsi (Näsilinna) a Tampere, nel quartiere di Finlayson.
Il magnifico palazzo è stato costruito nel 1898 da Peter von Nottbeck, figlio di Wilhelm von Nottbeck, con progetto di Karl August Wrede, autore celebre per una serie di grandi edifici come la Biblioteca municipale di Turku. Il palazzo nel 1905 fu ceduto dagli eredi al comune di Tampere.
Danneggiato a più riprese durante la guerra civile, e poi durante la seconda guerra mondiale, l’edificio ha subito profondi restauri, tra il 2013 e il 2015, recuperando la sua originaria bellezza. Oggi Näsilinna, oltre al Museo, ospita anche un caffè e un ristorante.

Image

Valentino Garavani è uno degli stilisti più famosi, ha vestito il bel mondo internazionale, ed è talmente celebre da aver dato il suo nome a una varietà di rosso. Come grandi pittori del passato, da Carpaccio a Tiziano.

Mostra: Museo Milavida - Tampere

dal 15 giugno al 15 ottobre
http://museomilavida.fi/en/museum-milavida/

 

Pubblicità

 

Eventi