long_banner5.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Image

Una App per mezzi pubblici, taxi e car sharing: a Helsinki non serve più l’auto

Le app per trovare la strada più veloce per arrivare in qualsiasi luogo, per cercare e pagare i mezzi pubblici o per usare un’auto del car sharing sono ormai di uso comune per moltissimi utenti di smartphone, anche nelle città italiane. Helsinki, ora, fa un’ulteriore passo avanti: la capitale finlandese è infatti la prima a integrare in un’unica app mappe, trasporti pubblici urbani, treni, taxi, car sharing e autonoleggio tradizionale, realizzando un vero esempio di mobilità integrata.
Lanciato in modalità test lo scorso ottobre per un numero limitato di utenti, il servizio Whim è stato realizzato dal Comune di Helsinki in collaborazione con l’Autorità regionale per i trasporti. Digitando una destinazione nell’app, si ricevono suggerimenti sul percorso ottimale per raggiungerla utilizzando un mix di sistemi di trasporto, con la possibilità di rielaborare la richiesta escludendo i mezzi che non si vogliono o non si possono utilizzare (ad esempio, il car sharing se non si ha la patente). E soprattutto, una volta selezionato il percorso preferito, Whim provvede automaticamente a pagare tutti i mezzi necessari: sui mezzi pubblici la stessa app avrà la funzione di biglietto.
Ogni utente, sulla base delle proprie esigenze di utilizzo del traporto pubblico e/o condiviso, può scegliere la modalità di pagamento preferita fra il “pay per use” (con addebito delle tariffe per i vari mezzi utilizzati) o un forfait mensile di 249 euro che offre accesso illimitato ai trasporti pubblici e 5.500 “punti Whim” per l’uso di taxi e car sharing, equivalenti a due giorni di noleggio di un’auto o otto corse di dieci chilometri in taxi. In base al test condotto in questi mesi sui primi 100 utenti, il pacchetto da 249 euro è sufficiente a coprire le necessità di trasporto della maggioranza degli utenti urbani. Ed è comunque più economico rispetto ai costi di proprietà e utilizzo di un’auto.
L’ambizione di Whim, oltre che di semplificare la vita agli attuali utenti dei mezzi pubblici, è infatti quella di offrire una reale alternativa all’auto privata, al punto da convincere molti abitanti di Helsinki a rinunciare a possederne una (lo slogan dell´iniziativa è "meglio che avere un´auto"). In futuro, con l’estensione a tutti i cittadini della possibilità di accedere al servizio, i responsabili di Whim assicurano che saranno disponibili anche altre opzioni, con pacchetti tariffari più contenuti o ancora più estesi (quindi con un numero maggiore di “punti Whim”) per soddisfare le esigenze del maggior numero possibile di utenti.
L’esperimento di Helsinki rappresenta un’esperienza importante alla quale guardano con interesse gli amministratori di molte grandi città europee e mondiali: in Italia, in particolare, il Comune e la Città metropolitana di Milano stanno lavorando da tempo a un progetto di mobilità integrata per molti aspetti simile a Whim, ma ancora non si hanno notizie sui possibili tempi di avvio di una fase sperimentale. (www.swzone.it, 23.12.16, Stefano Fossati)

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

Ultime notizie
"The Dawn": un’alba lunga dieci anni
di Giacomo Bottà   

Image

Intervista a Luca Sturniolo al suo primo album da solista

Da qualche settimana Luca Sturniolo, che avevamo già intervistato su la Rondine due anni fa, ha pubblicato The Dawn, il suo primo album solista. Il disco raccoglie 12 canzoni dominate dalla sua voce potente e dalla chitarra acustica, che spaziano dalla psichedelia all’hard rock, dal prog alla west-coast americana. Un disco piacevolmente datato, che potrebbe essere uscito direttamente dagli anni settanta, sia per le sonorità, che per la copertina, dove Luca sfoggia una capigliatura e una camicia leopardata che farebbero invidia a Michael Monroe.

Leggi tutto...
 
Salone Internazionale del Mobile 2015 a Milano
di Riikka Soini-Ferraguto   

Image Lampade Innolux

Una vetrina e un trampolino di lancio per il design finlandese

Il Salone Internazionale del Mobile a cui si aggiunto nel 1989 il Salone Internazionale del Complemento d'Arredo è arrivato alla 54° edizione nazionale e alla 37° edizione internazionale. È nato nel 1961 con lo scopo di promuovere le esportazioni italiane di mobili e ha divulgato con successo nel mondo la qualità del prodotto italiano.

Leggi tutto...
 
Dai confini dell'impero 30
di Luigi G. de Anna   

Image

Ghiaccio bollente: i facili amori al Nord, tra miti e speranze

Il Nord è stato da sempre considerato essere una terra privilegiata di facili amori. O meglio così si è creduto per secoli. Le descrizioni relative alla disponibilità delle nordiche non mancano, a cominciare da quelle lasciate dai viaggiatori arabi che ebbero la ventura di incontrare le tribù variaghe della Russia, per finire con i vari film che agli inizi degli anni Sessanta lanciarono il mito della donna svedese libera e disinibita.

Leggi tutto...
 
Esce "Settentrione" 26 (2014)
di Redazione   

Image

Sull'ultimo numero della rivista: viaggiatori, cercatori d'oro, Dante e Garibaldi

E’ appena uscito, con leggero ritardo, il numero 26 (2014) della Rivista di studi italo-finlandesi Settentrione. La costanza della redazione (Luigi G. de Anna e Lauri Lindgren, cui si è aggiunta negli ultimi anni Rosella Perugi) è ammirevole. Da più di un quarto di secolo pubblicano quella che è non solo la più vecchia rivista di italianistica (ma non solo di questa) dei Paesi nordici, ma l’unica della Finlandia.

Leggi tutto...
 
Dai confini dell'impero 29
di Luigi G. de Anna   

Image

Tiziano Terzani: ascoltare, per capire

Non si era ancora placata l’onda emotiva dei fatti di Parigi che a Copenaghen e poi a Tunisi nuovi attentati riportavano alla ribalta il problema dei conflittuali rapporti tra Occidente e mondo islamico. Poiché l’uomo d’oggi ha la memoria corta, dobbiamo ricordare che un turning point fondamentale nella storia di questi drammatici rapporti è rappresentato dall’11 settembre del 2001. L’attacco alle Twin Towers, con la loro visione in diretta televisiva, fece proclamare a George W. Bush la guerra “totale” al terrorismo, che iniziò col bombardamento dell’Afghanistan e dei talebani che però, con quell’attentato, non c’entravano nulla.

Leggi tutto...
 
"Bella come una statua"
di Nicola Rainò   

Image

Sculture neoclassiche nordiche nel Museo Sinebrychoff. Intervistiamo la curatrice, Claudia De Brün

La mostra di sculture di autori nordici, finlandesi e danesi prevalentemente, insieme con copie di sculture greco-romane portate in Finlandia come ricordi del Grand Tour ottocentesco, sono un'occasione per riflettere sulla diffusione universale di uno stile, e sulla sua importanza in un paese, la Finlandia, che ne ha fatto anche il suo stile monumentale. Ringraziamo la curatrice della mostra, Claudia De Brün, che ha accettato di raccontare come è nata la mostra e che senso ha questo ideale di bellezza classica per i tempi che viviamo.

Leggi tutto...
 
Pertti Kurikan Nimipäivät
di Giacomo Bottà   

Image
 
Disabili, ma non solo, sul palco dell'Eurovision 2015. Per vincere cosa?

Quando nel 2006 i Lordi si assicurarono la partecipazione al festival canoro Grand Prix d’Eurovision, vincendo la finale del concorso finlandese, ero su un traghetto per Stoccolma e vedevo la televisione disturbata. Le maschere mostruose dei componenti del gruppo, che conoscevo a malapena, risultavano ancora più bizzarre e pensavo che sarebbe finita come al solito con un ‘Finland zero points’. ‘Finland zero points’ è stato per anni il mantra autoironico e complessato delle partecipazioni finniche al festival.

Leggi tutto...
 
Dai confini dell'impero 28
di Luigi G. de Anna   

Image

Firenze e Turku, le due città col giglio

I gemellaggi non sono più di moda. Da tempo non sento più parlare di iniztive che a livello comunale leghino una città italiana a una finlandese. Forse è una questione di moda, questa è passata. Oppure l’Unione europea ha reso già le città del continente sufficientemente “amiche”, oppure, semplicemente, mancano i fondi per qualsiasi attività culturale, perché a questo in fin dei conti miravano i gemellaggi.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 53 - 65 di 272

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Roma 18 e 19 aprile

Image

Giornate carissimiane

Quinta edizione delle Giornate carissimiane nella ricorrenza della nascita di Giacomo Carissimi, grande musicista del barocco romano, nei luoghi dove visse ed operò: nel complesso dell’Apollinare a due passi da piazza Navona, Lunedì 18 aprile dalle 10 alle 16 si svolge la Giornata di studi nella Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra con la partecipazione di  Flavio Colusso, Vincenzo De Gregorio, Eddi  De Nadai, Markus Engelhardt, Johann Herczog, Arnaldo Morelli, Ugo Onorati, Paolo Paoloni, Maurizio Pastori, Markus Pillat, Giancarlo Rostirolla, Claudio Strinati, Michele Vannelli, Walter Testolin.

Alle 16:30 una speciale visita all’Oratorio del SS.mo Crocifisso guidati da Claudio Strinati; alle 19 nella Basilica di Sant’Apollinare esecuzione di musiche di Carissimi e, in prima esecuzione moderna, del suo “primo successore all’Apollinare”, il Maestro di cappella tolentinate Giuseppe Spoglia (1639 – 1713) con l’Ensemble Seicentonovecento diretto da Flavio Colusso.
Mercoledì 19 alle ore 20, per il ciclo «L’Orecchio di Giano: Dialoghi della Antica & Moderna Musica» nella loggia di Villa Lante al Gianicolo, l’Ensemble Seicentonovecento interpreta composizioni del Carissimi conservate nella Collezione Santini di Münster e, in prima esecuzione assoluta, un Omaggio a Johann Joachim Winckelmann nel terzo centenario della nascita del grande studioso tedesco: quel “teatro allegorico e fantastico per voci e strumenti” I naviganti del Tempo che Flavio Colusso ha composto su commissione del Festival Wunderkammer di Trieste.

 

Pubblicità

 

Eventi