long_banner5.jpg

Percorsi

Poster Lettere al direttore
Dite la vostra
Poster Forum
Dialogo con i lettori
Poster La mia finlandia
Foto, racconti, memorie
Poster Fin Ciak
Video, clip, interviste
Poster Teatro Finlandese
Testi in traduzione italiana
Poster Guida
Indirizzi utili in italiano

Pubblicità

 

Corrivo

Associazione Stampa Estera - Roma

Image

Il Made in Italy sui Media

Nonostante la crisi economica e sociale che non dà tregua all’Italia dal 2008, i mercati esteri vedono sempre con rispetto ed ammirazione i prodotti del Made in Italy, molti dei quali non perdono la loro attrattività ma necessitano di metodi di comunicazione per promuoverli più adeguati ai tempi e più concreti.
Su questo tema si è svolto recentemente un interessante dibattito a Roma presso la sede dell’ASEI, Associazione della Stampa Estera in Italia, in occasione della presentazione dell’edizione 2017 dell’Annuario dello stesso sodalizio. Il confronto, che ha preso le mosse dai risultati di un sondaggio che ha coinvolto parte dei corrispondenti accreditati, ha evidenziato come i mass media internazionali abbiano interesse su notizie relative al Made in Italy nelle sue varie forme: turismo, moda, design, enogastronomia, cultura e creatività in genere, ma come purtroppo le storie di successo spesso non abbiano la forza di valicare i confini nazionali per difficoltà di diffusione dell’informazione. Tuttavia, come ha precisato il presidente Tobias Piller, tedesco, i 5.250 corrispondenti dell'Associazione stampa estera che, dal 1912 in poi hanno raccontato l'Italia al mondo, "hanno contribuito a creare il Mito Italia”.
Attualmente la Finlandia è rappresentata in ASEI da due giornalisti di nazionalità finnica per quattro testate.
All’evento sono intervenuti Luca Cordero di Montezemolo, Presidente Alitalia, già Presidente della Ferrari, Diego Della Valle, Presidente Tod’s Group, Matteo Lunelli, Presidente Cantine Ferrari e Vice Presidente Altagamma, Andrea Cocchi, Amministratore delegato del Carpigiani Group, Giuliana Paoletti, Presidente, Agenzia di Comunicazione Image Building .Per il Governo il sottosegretario al MISE, delegato al commercio estero, Ivan Scalfarotto.
Tutti gli imprenditori hanno sottolineato l’importanza del ruolo che i corrispondenti esteri hanno esercitato ed esercitano a beneficio dei prodotti che hanno creato il ‘Mito italiano’, contribuendo alla sua conoscenza e diffusione nel mondo. In particolare, Della Valle ha definito i giornalisti dell’ASEI catalizzatori in questo ruolo, proponendo il periodico intervento in ASEI di rappresentanti dell’industria e della produzione nazionale al fine di illustrare le proprie attività e progetti. A sua volta, Montezemolo ha ribadito la necessitò di continuare ad assicurare ad ASEI una sede idonea come l’attuale che serva da base ottimale per il lavoro dei ca. 450 giornalisti accreditati, di 54 paesi. Scalfarotto, dopo aver illustrato l’impegno del governo nella promozione del Made in Italy, ha dato assicurazioni in tal senso a nome del governo, anche a seguito del ventilato trasferimento dalla attuale sede. (Gianfranco Nitti)

 

La Rondine - RSS Feed

La Rondine

Rondine
La Rondine

Cari lettori, stiamo rinnovando il nostro sito. Pertanto nelle prossime settimane La Rondine non sarà sempre accessibile e potra' presentare delle anomalie grafiche o di funzionamento. Ci scusiamo per gli inconvenienti.

Ultime notizie
Dai confini dell'impero 38
di Luigi G. de Anna   

Image

Cappuccetto rosso nella pancia del lupo finlandese

Guarda come son tranquilla io, Anche se attraverso il bosco, Con l’aiuto del Buon Dio, Sono sempre attenta al lupo (Lucio Dalla).
Si aprono le scuole. E i comuni organizzano, per chi abita lontano, il trasporto da casa alla scuola. Nella campagna di Mynämäki, vicino Turku, due fratellini attendono con ansia. Ne vedo la foto sul giornale locale. Arriverà? No, non parlo del bus, ma del lupo. Infatti il taxi li va a prendere perché il Comune, su pressante richiesta degli abitanti, organizza il trasporto “di sicurezza” dalle zone dove sono stati visti branchi di lupi fino al villaggio.

Leggi tutto...
 
Il diavolo a Helsinki: "Oltre l'uomo"
di Nicola Rainò   

Image

Una città in analisi, da Giorgio Tricarico

Il sito Goodreads.com da qualche mese include nell'elenco dei romanzi che sono ambientati a Helsinki anche un racconto scritto da un autore italiano, di cui "La Rondine" ha ospitato diversi articoli.
Il romanzo, intitolato "Oltre l'Uomo" e pubblicato dall'editore torinese Golem a gennaio del 2015, reca in copertina le firme di Giorgio Tricarico, l'unico psicologo analista junghiano italiano a Helsinki, e di Giuseppe Vadalà, junghiano di Roma, che vive e lavora da anni a Milano.

Leggi tutto...
 
Dai confini dell'impero 37
di Luigi G. de Anna   

Image

Kekkonen oggi: gli incerti eredi del "finlandizzatore"

La storia del secondo Novecento è in Finlandia dominata da un personaggio su cui ancora molto si discute: Urho Kekkonen. Nato nell'anno 1900, fu presto attivo in politica, prima nelle associazioni studentesche e dal 1936 come deputato del Maalaisliitto, il partito dei piccoli proprietari agricoli.
Leggi tutto...
 
Profilo di letteratura finlandese
di Viola Parente-Capková   

Image

Da Agricola a Waltari a Saarikoski a Mukka: una letteratura da conoscere

Sintesi breve e necessariamente incompleta di una fondamentale “Storia della letteratura della Finlandia”, di prossima pubblicazione, la presentiamo ai lettori della Rondine grazie alla cortesia dell'autrice, docente di Letteratura finlandese nelle Università di Praga e Turku. Una letteratura antica in un Paese noto come culla della modernità.
Leggi tutto...
 
Dai confini dell'impero 36
di Luigi G. de Anna   

Image

Artico in rosso
 
In Finlandia si sta discutendo animatamente sui progetti nucleari legati alla Società Fennovoima. In Giappone le rievocazioni del settantesimo anniversario della tragedia di Hiroshima e Nagasaki hanno riporatto di attualità in quel Paese le conseguenze del disastro di Fukushima. Dalle nostre parti, nella vegetazione come nella carne delle renne, si sentono ancora le conseguenze di quello di Chernobyl.
Leggi tutto...
 
Dai confini dell'impero 35
di Luigi G. de Anna   

Image

Tiziano Terzani: Ricordi da una guerra

Il sole picchia, implacabile. Questa estate il monsone non porta pioggia nella Thailandia centrale. Ieri sera solo uno scroscio, come una doccia calda, proprio mentre eravamo sulla veranda del ristorante. Il cielo era diventato nero e minaccioso come nell’ultimo film di Harri Potter, ma era solo una minaccia e il vento si è portato via le nuvole verso est.

Leggi tutto...
 
Dai confini dell'impero 34
di Luigi G. de Anna   

Image

Lettera dal confine orientale

Questa lettera viene spedita dal confine orientale dell’impero. Avrei oramai potuto chiamarlo “villaggio globale”, ma qui, nella Thailandia centrale, tutto è così diverso dai nostri territori boreali. Sono a Banphot Phisai, nella provincia di Nakhon Sawan, un villaggio rurale che non troverete sulla carta geografica. La Thailandia è un Paese familiare ai finlandesi e agli italiani. Ma ci sono molte Thailandie: quella caotica, piena di rumori e colori di Bangkok, quella delle spiagge dalla sabbia finissima, quella dei centri del tursimo sessuale, quella selvaggia delle montagne del nord e questa Thailandia della quieta campagna. Qui non c’è nulla che attiri il turista. A meno che il farang, come qui viene chiamato l’Occidentale, non cerchi appunto un volto sconosciuto di questa caleidoscopica parte del Sud-est asiatico.

Leggi tutto...
 
A Venezia mostra sull'arte del vetro finlandese
di Riikka Soini-Ferraguto   

Image

I capolavori della collezione Bischofberger

La straordinaria mostra Il Vetro Finlandese nella collezione Bischofberger presenta manufatti dell'arte vetraria di Tapio Wirkkala e di altri maestri del paese nordico sull'isola di S. Giorgio Maggiore, a Venezia. "Un progetto di quelli che ti capitano solo una volta nella vita" dice Kaisa Koivisto, curatrice capo del Museo del vetro finlandese a Riihimäki e una dei due curatori della mostra. Che è stata inaugurata in aprile sull'isola di San Giorgio Maggiore, e include oltre 300 opere dalla collezione di Bruno e Christina Bischofberger.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 40 - 52 di 271

Pubblicità

Image

Viaggi frizzanti, assaggi inebrianti

 

Eventi

Roma - Santa Maria dell'Anima
Venerdì 20.1, ore 21

Image

Concerto della Cappella Cathedralis Turku

Nella Chiesa Teutonica di S.Maria dell’Anima a Roma, la Cappella Cathedralis Turku diretta da Timo Lehtovaara e Anu Åberg con Markku Hietaharju all'organo, presenta un programma ricco di suggestioni e trasparenze timbriche, tipiche delle vocalità nordiche, che spazia dalle Daphne Variations del XVII secolo agli autori finlandesi contemporanei Pekka Kostiainen e Timo Ruottinen passando da Liszt, Poulenc, Sibelius, Hamilton ed Arvo Pärt.
La città di Turku, ricca di storia e di cultura, è l’antica capitale della Finlandia, nazione che nel 2017 celebra i suoi primi 100 anni di indipendenza. Il concerto è organizzato da Musicaimmagine e conclude la giornata di studi sulla cristianizzazione del Nord Europa che l’Institutum Romanum Finlandiae ha organizzato presso la sua sede di Villa Lante al Gianicolo per questa ricorrenza.

Via S. Maria dell'Anima, 65

Musicaimmagine | Institutum Romanum Finlandiae | Pontificio Istituto Teutonico di Santa Maria dell'Anima

 

Pubblicità

 

Eventi

Image

Una App per mezzi pubblici, taxi e car sharing: a Helsinki non serve più l’auto

Le app per trovare la strada più veloce per arrivare in qualsiasi luogo, per cercare e pagare i mezzi pubblici o per usare un’auto del car sharing sono ormai di uso comune per moltissimi utenti di smartphone, anche nelle città italiane. Helsinki, ora, fa un’ulteriore passo avanti: la capitale finlandese è infatti la prima a integrare in un’unica app mappe, trasporti pubblici urbani, treni, taxi, car sharing e autonoleggio tradizionale, realizzando un vero esempio di mobilità integrata.
Lanciato in modalità test lo scorso ottobre per un numero limitato di utenti, il servizio Whim è stato realizzato dal Comune di Helsinki in collaborazione con l’Autorità regionale per i trasporti. Digitando una destinazione nell’app, si ricevono suggerimenti sul percorso ottimale per raggiungerla utilizzando un mix di sistemi di trasporto, con la possibilità di rielaborare la richiesta escludendo i mezzi che non si vogliono o non si possono utilizzare (ad esempio, il car sharing se non si ha la patente). E soprattutto, una volta selezionato il percorso preferito, Whim provvede automaticamente a pagare tutti i mezzi necessari: sui mezzi pubblici la stessa app avrà la funzione di biglietto.
Ogni utente, sulla base delle proprie esigenze di utilizzo del traporto pubblico e/o condiviso, può scegliere la modalità di pagamento preferita fra il “pay per use” (con addebito delle tariffe per i vari mezzi utilizzati) o un forfait mensile di 249 euro che offre accesso illimitato ai trasporti pubblici e 5.500 “punti Whim” per l’uso di taxi e car sharing, equivalenti a due giorni di noleggio di un’auto o otto corse di dieci chilometri in taxi. In base al test condotto in questi mesi sui primi 100 utenti, il pacchetto da 249 euro è sufficiente a coprire le necessità di trasporto della maggioranza degli utenti urbani. Ed è comunque più economico rispetto ai costi di proprietà e utilizzo di un’auto.
L’ambizione di Whim, oltre che di semplificare la vita agli attuali utenti dei mezzi pubblici, è infatti quella di offrire una reale alternativa all’auto privata, al punto da convincere molti abitanti di Helsinki a rinunciare a possederne una (lo slogan dell´iniziativa è "meglio che avere un´auto"). In futuro, con l’estensione a tutti i cittadini della possibilità di accedere al servizio, i responsabili di Whim assicurano che saranno disponibili anche altre opzioni, con pacchetti tariffari più contenuti o ancora più estesi (quindi con un numero maggiore di “punti Whim”) per soddisfare le esigenze del maggior numero possibile di utenti.
L’esperimento di Helsinki rappresenta un’esperienza importante alla quale guardano con interesse gli amministratori di molte grandi città europee e mondiali: in Italia, in particolare, il Comune e la Città metropolitana di Milano stanno lavorando da tempo a un progetto di mobilità integrata per molti aspetti simile a Whim, ma ancora non si hanno notizie sui possibili tempi di avvio di una fase sperimentale. (www.swzone.it, 23.12.16, Stefano Fossati)